Vladimir Putin scagiona Assad e accusa USA e Arabia Saudita

Clicca per ingrandireSiria – Putin Smaschera il Piano del NWO. I satelliti Russi forniscono la prova definitiva all'ONU sull'innocenza di Assad e le responsabilità di USA e Arabia Saudita

Damasco, Mosca, New York – Vladimir Putin ancora una volta fa centro, e sbugiarda i signori del Nuovo Ordine Mondiale: la strage in Siria? Non è stato Assad, ma i ribelli Salafiti, appoggiati dal governo Saudita e dagli USA con i suoi alleati.

La prova “finale” è stata fornita nelle ultime ore dal Cremlino al Palazzo di Vetro dell'ONU. Si tratta di video e foto che illustrano come i satelliti russi abbiano fatto luce sul fatto che i razzi che hanno causato l'ultima strage in Siria (1300 morti) non sono partiti da Damasco o dalla Siria, ma da territori di pertinenza di gruppi Salafiti: ovvero dei cosiddetti “ribelli-mercenari” al soldo di Arabia Saudita e USA.

Washington? Non poteva non sapere!

Secondo Mosca, Washington non poteva non sapere, visto che i satelliti USA sono efficienti quanto quelli russi. E allora perché tutte queste menzogne? Beh, dinnanzi a quest'ennesima prova regina, l'ONU e lo stesso Ban-Ki Moon dovranno prendere atto della situazione e smentire, zittire, tutti i media di regime che da giorni danno adito a queste diaboliche falsità! Ma con che faccia – ci chiediamo – andranno in giro per la penisola italiana i vari direttori dei TG di regime? Con che faccia si guarderanno allo specchio? Per non parlare dei “politici”, ovviamente! Politici impegnati a parlare del caso "Berlusconi", come se il resto fossero bazzecole. Ma i maestri della distrazione di massa, si sa, sono sempre all'opera!

In Italia il 40 per cento dei fiumi e dei laghi è inquinato

Inquinamento acqua"In Italia l'inquinamento del 40% di fiumi e laghi continua a produrre continue e gravi emergenze ambientali e ci espone persino sotto il profilo finanziario alle sanzioni economiche alle quali presto l'Europa ci costringerà per aver disatteso più d'una direttiva europea e diversi provvedimenti legislativi in ambito di depurazione delle acque reflue.

Un conto stimato in circa 700 milioni l'anno, che Stato e Regioni dovranno sopportare, oltre al taglio di alcuni fondi europei, sino a quando non troveranno pieno compimento le disposizioni che sono state attribuite alla nostra nazione".

Lo ha affermato Gian Vito Graziano, Presidente del Consiglio Nazionale dei Geologi, che interverrà all'EGN Conference, la Conferenza Mondiale dei Geoparchi, in programma dal 3 al 7 Settembre 2013 ad Ascea nel Geoparco Nazionale del Cilento, con la partecipazione di 90 Geoparchi, 259 delegazioni straniere, 75 italiane e numerosi scienziati di tutto il mondo che si confronteranno sulle principali tematiche ambientali.

“In Italia sono 268 le amministrazioni coinvolte nelle procedure d'infrazione Ue – ha proseguito Graziano - per carenza o assenza di sistemi di depurazione: 109 sono quelle già condannate in base ad una procedura del 2004 e 159 quelle in corso di procedura dal 2009.

L'Autorità per l'energia ha stimato che tra la realizzazione degli interventi già previsti nei piani d'ambito e la costruzione dei nuovi impianti di depurazione necessari per superare le condanne e le procedure d'infrazione servirebbero investimenti per circa 20 miliardi nei prossimi cinque anni.

Strage di bimbi in Siria. Un altro classico esempio di Problema - reazione - soluzione

Bambini siriani morti a causa delle armi chimicheSono bambini Siriani.

Sono stesi in fila e numerati.

Ma non dormono, sono morti.

Non hanno ferite, non sono stati colpiti da nessun oggetto.

Sono morti in massa.

Ma negano di aver bombardato con armi chimiche.

Dicono che è una grande montatura giornalistica.

E nel mondo, Italia compresa, c'è chi sta a pensarci ancora sopra.

CONDIVIDI PER ROMPERE IL SILENZIO VERGOGNOSO DELLA COMUNITÀ INTERNAZIONALE.

Problema - reazione – soluzione

Pagine