Scoperto un pianeta scuro

Scoperto un pianeta scuroIl pianeta più scuro della galassia è stato scoperto da un team di scienziati canadesi e britannici.

La sua superficie riflette solo l'1% di tutta la luce in grado di riflettersi sulla sua misteriosa massa.

WASP-12b, questo è il nome dato a un esopianeta simile a Giove la cui massa scura è stata scoperta dagli scienziati nel 2008, anche se la rivelazione al grande pubblico risale in epoche molto recenti e questo potrebbe far insospettire qualche teorico della cospirazione.

Secondo quanto riportato dal sito russo sputniknews.com, una squadra di ricercatori britannici e canadesi sarebbero riusciti a misurare la quantità di luce riflessa dalla sua superficie e questo durante la sua ultima “eclissi” quando il pianeta oscuro fu assorbito completamente dietro dal bagliore emesso dalla sua stella.

L'Ufologia e la Cosmologia dipendono dalle fonti ufficiali. Purtroppo...

Marte fakeL’attuale naufragio dell’Ufologia non si deve allo statuto eterogeneo di una disciplina in cui si intersecano ambiti antropologici e scientifici, ma alla sua sostanziale dipendenza dalle fonti ufficiali che – è notorio – sono per lo meno poco plausibili.

Come si possono intraprendere ricerche serie se si analizzano fotografie della screditata N.A.S.A., immagini riprese da presunte sonde e presunti telescopi?

È più divertente che patetico osservare le reazioni di taluni ufologi che esultano e si meravigliano al cospetto di fotografie “marziane”. Sono documenti iconografici che immortalano animali, sculture, costruzioni terrestri scambiati per altrettanti enigmi alieni, interpretati come prove di vita extraterrestre.

Il pianeta rosso è un set cinematografico ubicato in Arizona o in qualche altra regione di Gaia, come la Luna delle missioni Apollo. Si scelgono luoghi esotici e disabitati: è sufficiente cambiare i colori, imporporando il deserto e l’orizzonte ed ecco pronto un Marte for dummies.

Le stesse immagini delle profondità siderali con le costellazioni, le galassie, le nebulose… esibiscono qualcosa di poco verosimile, se non sono fittizie.

Governo mondiale: i sette tentacoli della piovra

Governo mondialeNon credete alla menzongna che l’America sia un paese libero. Esiste un “governo invisibile” che controlla non solo gli Stati Uniti ma il mondo intero. Alcuni lo chiamano il “Nuovo Ordine Mondiale”, ma “Vecchio ordine mondiale” risulta più appropriato in quanto i suoi tentacoli attanagliano la società da anni: Banche, Industria Farmaceutica, Armi, Religione, Istruzione, Media, Politica.

Nel seguente articoli esamineremo come questi sette tentacoli lavorino all’unisono per corromperci. Il governo invisibile detiene il potere, schiavizzando le masse, attraverso un “Sistema” di controllo, così sottile, che la maggior parte delle persone non riesce a vederlo. Questo sistema dispone di 7 tentacoli principali:

1 – SISTEMA BANCARIO: Viviamo sotto la tirannia di un regime bancario internazionale destinato a regolare la nostra moneta e a mantenere l’uomo comune nella povertà.

2 – POLITICA: Ci viene data l’illusione della libertà di scelta ma in realtà siamo costretti a scegliere tra 2 partiti che fanno gli stessi interessi, conservatori e democratici sono due lati della stessa medaglia, che non apporteranno mai significativi miglioramenti.

Capelli più belli con l'olio di semi di lino

CapelliOggi parliamo dei capelli e di come si possano rendere più belli e sani grazie all'utilizzo dell'olio di semi di lino. Questa soluzione permette infatti di restituire nutrimento ai capelli sfibrati, situazione molto comune soprattutto alla fine dell'estate. Andiamo quindi a capire come questo prodotto possa essere utilizzato, da solo o insieme ad altri componenti.

Le proprietà ristrutturanti di questa sostanza derivano dalla composizione stessa della sostanza, che può godere di una alta presenza di acido linoleico (che agisce sulla idratazione) e di acido alpha linoleico (che invece permette di donare elasticità e resistenza). Sono quindi innegabili gli effetti di questa sostanza, a patto che le sostanza utilizzate siano davvero naturali e non siano stati sottoposti a trattamenti particolari che potrebbero eliminare i benefici legati alla sostanza.

Come si può quindi capire se un olio di lino è davvero di buona qualità e quindi utile?

Per prima cosa deve essere extravergine (senza sostanze chimiche aggiunte), deve essere stato lavorato a freddo a pressione, non riscaldando quindi i residui contenuti; per concludere deve essere assolutamente biologico, e quindi non deve essere entrato in contatto con fertilizzanti, erbicidi o pesticidi.

Pagine

I Libri consigliati:

Archivio libri