Acqua

In cent'anni il pianeta ha perso la metà delle zone umide

PaludeLa metà delle zone umide del mondo sono andate perdute durante il ventesimo secolo.

I motivi? La produzione agricola intensiva, l'estrazione insostenibile di acqua ad uso domestico e industriale, l'urbanizzazione, lo sviluppo delle infrastrutture e l'inquinamento.

Il continuo degrado delle zone umide si traduce in notevoli oneri economici sulle comunità, i Paesi e le imprese. Lo rivela un rapporto pubblicato nei giorni scorsi da Teeb, The economics of ecosystems and biodiversity, e presentato all'undicesima riunione del Conferenza delle parti della Convenzione per la diversità biologica ad Hyderabad, in India.

Il ruolo fondamentale che svolge la rapida diminuzione delle zone umide in relazione alla vita umana e alla biodiversità deve essere riconosciuto e integrato nel processo decisionale in quanto componente essenziale della transizione verso un uso efficiente delle risorse per un'economia mondiale sostenibile.

La sicurezza idrica è ampiamente considerata come una risorsa naturale fondamentale nelle sfide da affrontare attualmente in tutto il mondo. I fattori di natura umana dei cambiamenti degli ecosistemi, comprese le distruttive industrie estrattive, l'agricoltura sostenibile e la mal gestito espansione urbana, rappresentano una minaccia per la biodiversità in acqua dolce e per la sicurezza dell'acqua per l'80 per cento della popolazione mondiale.

Tracce di metalli radioattivi nell’acqua imbottigliata ma non c'è motivo di preoccuparsi

Mai come in questi giorni di caldo uno dei compagni fissi delle proprie giornate è la bottiglia d’acqua, umida ancora di frigorifero. Ne verso come sempre un poco in un bicchiere, un gesto banale e meccanico.

Poso il prezioso carico di oro blu in frigo e l’occhio si posa sull’etichetta che indica i sali disciolti e rimango stupito: contiene tracce di rocce radioattive. Ovviamente sull’etichetta nessun venditore sano di mente metterebbe un’indicazione del genere, ma leggere di tracce di radon, torio ed uranio richiama alla mente qualche lezione di chimica.

A questo punto cerco qualche informazione in più direttamente dal Ministero della Salute e dal sito dell’Organizzazione Mondiale per la Sanità e trovo quest’indicazione:

nell’acqua potabile: le linee guida fornite dall’Oms e dalla Commissione europea raccomandano un’intensificazione dei controlli se la concentrazione di radon nelle riserve di acqua potabile supera i 100 Bq/litro. Gli Stati Uniti hanno proposto un limite massimo di 159 Bq/litro per le riserve private d’acqua. La Commissione europea raccomanda azioni immediate oltre i 1000 Bq/litro. In Italia, il Consiglio superiore di sanità ha raccomandato che la concentrazione di radon nelle acque minerali e imbottigliate non superi i 100 Bq/litro (32 Bq/litro per le acque destinate ai bambini e ai lattanti).

I benefici dell'acqua per la salute del corpo

AcquaSi sa l’acqua oltre che dissetare, depura l’organismo aiutandolo ad eliminare le sostanze nocive. È un integratore salino per eccellenza e garantisce all’organismo il giusto apporto di sali minerali coerenti con il fabbisogno giornaliero. Basti pensare che il nostro organismo in età adulta è composto per il 55-60% da acqua.

È importante quindi assicurare al nostro corpo una corretta idratazione soprattutto in estate quando per effetto del calore si suda di più e quindi si può tendere facilmente a disidratarsi. Il ripristino dei liquidi nel nostro organismo può avvenire sia attraverso gli alimenti soprattutto la frutta e la verdura che ne contengono in media l’85% sa tramite le bevande. Mediamente è indispensabile assumere una quantità giornaliera di acqua in base alla quota calorica alimentare che si assume nel corso della giornata pari a circa 2 ml per kcal assunta, valore che varia in base all’attività fisica svolta.

Via libera allora all’acqua soprattutto se minerale naturale. Le acque minerali naturali sono quelle riconosciute dal Ministero della Sanità solo in seguito a specifiche analisi microbiologiche e chimico fisiche che servono ad determinarne la composizione e la purezza della qualità permettendo che queste possano essere messe in vendita.

Pagine