Cardiologia

Come salvaguardare la salute del proprio cuore con l'alimentazione

Come Prevenire e Guarire le Malattie Cardiache con l'Alimentazione - LibroUna cura rivoluzionaria e scientificamente provata - Oltre 150 ricette facili e gustose - Con la prefazione di T. Colin Campbell

“Gli studi del dottor Esselstyn sono tra quelli condotti con maggior rigore


e tra le ricerche mediche più rilevanti intraprese in questo ultimo secolo”.


Dalla prefazione di T. Colin Campbell

In questa opera il dottor Caldwell B. Esselstyn, con alle spalle una lunga esperienza di chirurgo, ricercatore e medico clinico alla Cleveland Clinic, lancia una sfida alla cardiologia convenzionale avanzando un’idea rivoluzionaria e affascinante: abbiamo la possibilità di fermare l’epidemia di malattie cardiache modificando la nostra alimentazione.

Partendo proprio dal suo studio sull’alimentazione durato vent’anni – il più completo nel suo genere – il dottor Esselstyn spiega, con solide argomentazioni, come una dieta a base vegetale e senza grassi possa non solo prevenire e bloccare la progressione delle cardiopatie, ma anche guarirne gli effetti. La prova sta nei risultati incredibili ottenuti sui pazienti che hanno seguito il suo rivoluzionario programma.

Una strategia salva-cuore che pochissimi attuano. Camminare

CamminareNell'attesa della Giornata Mondiale del Cuore, in programma il prossimo 29 settembre, la World Heart Federation diffonde i risultati di un nuovo sondaggio finalizzato a comprendere i tassi di consapevolezza che le persone nel mondo hanno delle attività necessarie a mantenere buoni livelli di salute cardiaca.

L'indagine, promossa in Brasile, Cina, India, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti d'America, ha scoperto che nei sei paesi il quattordici-trentasette per cento degli adulti non presta alcuna attenzione ad una delle strategie più semplici per proteggere il cuore: camminare.

“È necessario sollecitare le persone ad agire per la salute del proprio cuore e a raggiungere la soglia raccomandata di almeno trenta minuti di moderato esercizio fisico” ha spiegato in una nota Kathryn Taubert della World Heart Federation “una quota che include camminare di buon passo almeno cinque giorni alla settimana.In questo modo molte morti premature potrebbero essere prevenute”.

Il Wi-Fi altera negativamente la salute. L'opinione di due medici

Wi-FiChe il Wi-Fi influenzasse negativamente la salute umana è stato reso noto chiaramente da noi medici per la prima volta nel 2002 con l’Appello di Friburgo.

Sulla base delle nostre osservazioni ed esperienze ci opponiamo fortemente all’uso in tutto il mondo della comunicazione senza fili indipendentemente dal fatto che si usino campi elettromagnetici pulsati o meno.

Nel corso degli ultimi anni abbiamo assistito ad un rapido aumento di connessioni wireless (WLAN o Wi-Fi) e questo ci preoccupa molto. Si trovano hot-spot wireless in molte case private, edifici pubblici (scuole, biblioteche, ospedali, alberghi, aeroporti, stazioni ferroviarie), internet caffè e nei luoghi pubblici delle grandi città. I treni passeggeri internazionali sono dotati di Wi-Fi. Le compagnie possono consentire ad altre compagnie o ad uffici di connettersi alla loro rete.

In Germania le reti wireless operano ad una frequenza di circa 2450 MHz e si possono usare frequenze anche tra 5000 e 6000 MHz. In modalità standby, quando non si trasmettono dati, il segnale viene acceso e spento con una frequenza di 10 Hz. In questa stessa frequenza si trovano le onde alfa del cervello. La distanza media dell’utente dall’hot-spot negli ambienti esterni è generalmente di 300 metri, ma sebbene oppongano qualche attenuazione, le pareti lasciano comunque passare le radiazioni.

Il livello di esposizione effettivo in un luogo dipende da vari fattori, compresa la distribuzione dei cosiddetti punti di accesso (trasmettitori), la caratteristiche dello spazio interno (per esempio: effetti di riflettenti o di schermatura delle strutture degli edifici) e la distanza da computer portatili.

Pagine