Vivere meglio

Ricerca sui deleteri effetti della luce emanata dagli schermi degli smartphone

occhio smartphoneSecondo un nuovo studio condotto dall'università del Colorado-Boulder(1) e pubblicata sulla rivista Pediatrics(2) la lunghezza d’onda emanata dai dispositivi incide sui ritmi circadiani e sulla fisiologia del sonno. Ecco come.

Il 90% dei ragazzi usa lo smartphone prima di addormentarsi perdendo in media 1 o 2 ore di sonno a notte a causa della luce blu e delle emozioni suscitate dai social network. Lo sostiene Manfred Spitzer, studioso di neuroscienze e autore del saggio “Demenza digitale e Solitudine digitale”, edito da Corbaccio. “Si tratta di un’abitudine deleteria”, ha spiegato al Corriere della Sera. “Il girono dopo i ragazzi sono più stanchi e apprendono meno a scuola, così come funziona peggio la rielaborazione notturna della memoria”. L’esito - continua - “è il disastro educativo cui si somma il maggior rischio, documentato dalla letteratura medica di soffrire di diabete e ipertensione”.

Le parole del neuroscienziato trovano conferma anche in un nuovo studio condotto dall’università del Colorado-Boulder pubblicata sulla rivista Pediatrics. La luce e la lunghezza d’onda emanata dai dispositivi incide sui ritmi circadiani e sulla fisiologia del sonno, abbassando drasticamente il livello di melatonina del corpo (quello che ci dice quando andare a dormire, per dirla con parole povere).

Un pericolo per gli occhi

Ma c’è di più: la luce blu emanata dai dispositivi elettronici non solo è causa di insonnia e malessere, ma può anche danneggiare la vista.

Rimedi per guarire la sindrome del colon irritabile

Cibo spazzaturaLa sindrome del colon irritabile (IBS) chiamata spesso colite o intestino irritabile, è un disturbo cronico dell’intestino (sia tenue che crasso) che colpisce il 15% della popolazione in Italia e il 20% in America e si presenta come un’alterazione della motilità intestinale, dolori intestinali e difficoltà digestive.

Le donne che soffrono di colon irritabile (IBS) sono circa il doppio degli uomini e se non si lavora sulle cause può andare avanti anche per decenni.

I farmaci comunemente prescritti non curano questa patologia, ma cercano di alleviarne i sintomi.

I sintomi sono spesso: dolore ai fianchi, stitichezza e addome sempre dolorante.

In più, anche le feci iniziano a cambiare, destando preoccupazione. Di solito, dopo l’evacuazione, i sintomi sono meno evidenti, ma ricompaiono molto presto.

Sintomi del colon irritabile

I segni e sintomi più comuni includono:

Come trattare il naso chiuso

CureUno dei sintomi caratteristici dell'influenza è il naso chiuso. Questo sintomo è estremamente fastidioso perché provoca alla persona difficoltà di respirazione. Per liberarsi da questa fastidiosa condizione esistono diversi rimedi naturali o farmacologici.

Il naso chiuso può essere trattato con dei rimedi naturali molto efficaci. I suffumigi al bicarbonato di sodio o quelli all'eucalipto possono rivelarsi molto efficaci soprattutto la sera. Questa modalità terapeutica, che permetterà di liberare il naso durante la notte, consiste nel scaldare dell'acqua nella pentola, quando l'acqua bolle va aggiunto un cucchiaio di bicarbonato oppure poche gocce di olio essenziale a base di eucalipto. La testa va coperta con l'asciugamano e poi respirare profondamente. Questa terapia a base di vapori caldi va fatta fino alla scomparsa del sintomo.

Inoltre non bisogna sottovalutare il ruolo delle bevande calde. Oltre alle classiche tisane come quella allo zenzero e quella all'echinacea, molto adatte per rafforzare il sistema immunitario, si possono benissimo consumare delle minestrine vegetariane.

Ci sono poi altri cibi molto efficaci: fra questi le cipolle contengono delle sostanze stimolanti per il naso. Il peperoncino è un'altra spezia piccante che esercita un sostanziale effetto terapeutico in quanto contiene delle sostanze che possono liberare il naso dal muco.

Pagine