Alimenti curativi

I benefici del Mankai o lenticchia d’acqua


I benefici del Mankai o lenticchia d’acqua

È stato scoperto che la pianta di lenticchia d'acqua del Mankai, un nuovo ceppo di pianta acquatica ad alto contenuto proteico, ha un potenziale significativo come super alimento e fornisce un controllo glicemico dopo il consumo di carboidrati.

Miele di Manuka per curare le infezioni da fibrosi cistica

Miele di Manuka per curare le infezioni da fibrosi cistica

Secondo gli esperti dell'Università di Swansea, il miele di Manuka potrebbe fornire la chiave per un trattamento rivoluzionario destinato ai pazienti affetti da fibrosi cistica.

Grazie a una ricerca di un gruppo di ricercatori della Swansea University, (1) si potrebbe ottenere, dal miele di Manuka, la formula per creare una terapia destinata ai pazienti affetti da fibrosi cistica.

La dottoressa Rowena Jenkins (2) e il dottor Aled Roberts (3) hanno scoperto che l'uso del miele di Manuka potrebbe offrire un'alternativa antibiotica per il trattamento di infezioni respiratorie resistenti agli antimicrobici, in particolare i batteri mortali trovati nelle infezioni da fibrosi cistica. La ricerca è stata pubblicata dalla rivista Frontiers. (4)

Usando tessuto polmonare di maiali, gli esperti hanno trattato le infezioni batteriche cresciute imitando quelle osservate nei pazienti affetti da fibrosi cistica con miele di Manuka. I risultati hanno mostrato che era efficace nell'uccidere i batteri resistenti agli antimicrobici del 39% rispetto al 29% per gli antibiotici. Migliorando l'attività di alcuni antibiotici che non erano in grado di funzionare efficacemente da soli, il miele e gli antibiotici combinati uccidevano il 90% dei batteri testati.

La fibrosi cistica è una delle malattie ereditarie potenzialmente letali più comuni nel Regno Unito, con circa 10.400 persone sofferenti secondo il CF Trust. Una revisione del governo guidata da Lord Jim O'Neill ha anche evidenziato la minaccia della resistenza antimicrobica, stimando che un continuo aumento della resistenza entro il 2050 porterebbe a un esponenziale aumento dei decessi a causa di infezioni resistenti agli antimicrobici.

Pagine