Alimentazione

Combattere l'ipertensione con l'aglio

AglioL’aglio (Allium Sativum) è una pianta bulbosa di origini asiatiche, che si trova nel Mediterraneo già all’epoca dell’antico Egitto, dove troviamo testimonianze nei dipinti delle piramidi.

Sembra venisse dato agli schiavi in Egitto per mantenerli in forze, buona salute e resistenti alle fatiche.

Usato in cucina e per condire, per il suo sapore pungente, l’aglio, ha grandi proprietà terapeutiche, riconosciute sia dal buon senso popolare, che dalla medicina.

Esso si coltiva dividendolo in spicchi e piantandoli con la punta rivolta verso l’alto e con lo stesso sistema si propaga in quanto ha sia fiori che semi sterili.

Molto apprezzato in cucina, viene usato in varie salse come il pesto genovese, la bagna caoda, piemontese, la salsa verde, lo tzatziki, ecc. spesso è anche solo usato per insaporire le pietanze, senza essere direttamente consumato.

Dal punto di vista medicinale, si dice l’aglio abbassi la pressione arteriosa, viene quindi suggerito a chi soffre di ipertensione.

È considerato antiossidante per il selenio contenuto; ottimo contro raffreddori, influenze e bronchiti per il suo contenuto di vitamina C; antitumorale, antitrombico, consigliato contro l’ipercolesterolemia, è antibatterico, diuretico, vermifugo, ha effetti benefici sull’osteoartrite.

Le proprietà miracolose dello zenzero

ZenzeroLo zenzero (Zingiber officinale) è una pianta erbacea perenne della famiglia delle Zingiberaceae originaria del Sud della Cina, viene coltivata in tutta la fascia tropicale e subtropicale.

Essa nasce da un rizoma carnoso e nodoso strisciante, marrone fuori e giallo dentro, che produce steli con foglie lanceolate e infiorescenze a forma di spiga tra il verde e il giallo, che emettono fiori rosa porpora.

Può essere coltivato anche in casa in un vaso largo, visto che il rizoma avanza orizzontalmente, piantando un pezzo del rizoma a pochi centimetri sotto la terra, annaffiando spesso e cercando di simulare un clima caldo umido tropicale, nebulizzando acqua e proteggendo la pianta dal freddo.

La pianta venne importata dai Romani ed usata con applicazione medicinale, ma si diffuse in Europa successivamente attraverso il Regno Unito dove prese il nome di Ginger.

Il rizoma, che si raccoglie dopo la fioritura, contiene i principi attivi della pianta: zingiberene, zingerone, gingeroli e shogaoli ed è la parte utilizzata in forma essiccata e polverizzata come spezia oppure fresca tagliata a fette. Esso è ricco di minerali: calcio, fosforo, potassio, magnesio, ferro, selenio, rame, zinco, manganese, sodio e vitamine del gruppo B ed E.

Cose da evitare di fare se vi viene diagnosticato un cancro

Diagnosi TACSono molte le cose che potreste fare, nel caso vi diagnosticassero un cancro: preoccuparvi incessantemente, fare ricerca non-stop, parlare con amici e parenti, piangere legittimamente molto, ma ci sono anche una serie di cose che dovreste evitare di fare se volete darvi una chance per sconfiggere questa malattia.

Nel seguito una lista ispirata da Juicing for Health (succhi per la salute) su 5 errori che le persone fanno, immediatamente dopo aver ricevuto questa diagnosi.

1. rivolgersi direttamente ad un trattamento mainstream (di medicina ufficiale)

È una reazione perfettamente normale, davanti ad una malattia mortale, dire ai vostri medici di risolverla come possono. Forse avete anche preso appuntamento per il passo successivo, prima di lasciare l’ufficio nel giorno stesso in cui avete ricevuto la cattiva notizia. Il tempo potrebbe non essere il vostro alleato, ma potete ancora permettervi di prendere una o due ore per ricercare le vostre opzioni e scoprire se potete essere un candidato per alternative più sicure, prima di impegnarvi con la chemio, per esempio.

Pagine