Guerre manipolate

La NATO divulga il Rapporto sulle Operazioni urbane per l'anno 2020

Rapporto Nato Operazioni Urbane 2020Quello che segue è il "Rapporto Nato Operazioni Urbane 2020". Si tratta di un documento che immagina la situazione politico-economica mondiale,ipotizzando alcune cose davvero interessanti: esercito nelle strade,stati militarizzati,sommosse placate dall'esercito,guerra combattuta nelle città,uso di armi non convenzionali..Ora se un documento del genere l'avesse partorito un qualunque sito internet complottista,il lettore sarebbe autorizzato a farsi anche due risate,ma giacchè invece è frutto dell'Onu,braccio armato dell'elitè e del Nuovo Ordine,inviteri il caro lettore di Free Italy a leggere il resoconto scritto dal sito Ecolsity e a visionare i documenti originali linkati più in basso.

E ricordate: questo che viviamo non è un complotto, ma un piano studiato a tavolino.

Rapporto Urban Operations in the Year 2020 (sintesi commentata in italiano)

Documentazione ufficiale in formato pdf dal sito N.A.T.O.

Urban Operations in the Year 2020 (TR-071-$$ALL.pdf)

Urban Operations in the Year 2020 TR-071-$$TOC.pdf

Redatto dalla RTO (Studies Analysis and Simulation Panel Group, SAS-030).

In Iraq le bombe Usa continuano a produrre orribili malformazioni congenite sui bambini

Barack ObamaL’Inter Press Service (IPS) ha rivelato che le crudeli conseguenze della guerra continuano a scatenarsi sui bambini dell’Iraq, dato che le armi impiegate dagli Stati Uniti hanno lasciato orribili malformazioni congenite sui bambini iracheni, e il problema non mostra segni di una diminuzione.

Il portavoce dell’ospedale di Fallujah, Nadim al-Hadidi, ha detto all’IPS che “nel 2004 gli americani hanno sperimentato su di noi ogni genere di sostanze chimiche e ordigni esplosivi: bombe a vuoto (termobariche, N.d.T.), fosforo bianco e uranio impoverito … per loro siamo stati tutti delle cavie da laboratorio.”

L’IPS osserva che questo mese il Ministero della Sanità iracheno è deciso a intraprendere in stretta collaborazione con l’OMS la sua prima indagine sulle malformazioni congenite nei governatorati di Baghdad, al-Anbar, Dhi Qar, Sulaymaniyya, Diyala e Bassora.

Pagine