Misteri

Atlantide non è una leggenda, si trova al largo di Rio de Janeiro

AtlantideIl mito di Atlantide rivive in Brasile: ricercatori locali, in missione congiunta con colleghi giapponesi, hanno annunciato di aver trovato le prove di un continente che scomparve prima che Africa e America Latina si dividessero.

Un mese di esplorazioni ha portato al rinvenimento, nella regione chiamata ‘Rilievo di Rio Grande’, a 1.500 chilometri a sud-est di Rio de Janeiro, di formazioni di granito e minerali, compresi ferro, manganese e cobalto, elementi diversi dal resto del fondale marino.

È inusuale perché è roccia granitica, e non si trova sul fondale marino, è più comune sulla terra ferma“, ha sottolineato il direttore del servizio geologico brasiliano, Roberto Ventura.

Da qui la convinzione che questa formazione possa essere ciò che resta di Pangea, l’unico continente che i geologi sostengono che sia esistito prima che i continenti cominciassero a dividersi centinaia di milioni di anni fa.

Atlantide
Al momento è solo un’ipotesi da appurare ma il ritrovamento “potrebbe rivoluzionare le nostre conoscenze in materia di formazione ed evoluzione della crosta terrestre“, ha aggiunto Ventura.

Alla missione partecipano anche l’Istituto oceanografico di San Paolo e l’Agenzia per la Scienza e la Tecnologia marina-terrestre giapponese, che ha messo a disposizione il sottomarino Shinkai 6500 utilizzato nelle esplorazioni.

Il Computer astronomico dei Maya è stato classificato dalla NSA come top secret

MayaSacerdoti e astronomi Maya avevano un computer che permetteva loro in modo accurato, di eseguire complessi calcoli astronomici. Le loro osservazioni sono state registrate nelle scritture geroglifiche, di cui poi hanno sviluppato le tabelle di prevedere determinati eventi.

Tre libri, o Codici tra cui il Codice di Dresda, contengono tali tabelle.

Tra il 300 e 900 dc la civiltà Maya fiorì in Guatemala, El Salvador e la penisola messicana dello Yucatan. Nonostante i notevoli sforzi di ricercatori provenienti da diversi paesi, nessuno ha compreso ed è stato in grado di risolvere il mistero dei geroglifici Maya.

Gli analisti presso la US National Security Agency (NSA) ha concluso nel 1977 che la NSA Technical Journal definiva i geroglifici maya più difficili da decifrare rispetto a quelli Egiziani, Ittiti, Babilonesi e altre antiche forme di scrittura.

In Messico un'astronave entra in un vulcano

AstronaveVIDEO DI UN’ASTRONAVE DI FORMA CILINDRICA, 1 CHILOMETRO DI LUNGHEZZA E 200 METRI DI DIAMETRO, CHE ENTRA NEL VULCANO POPOCATEPETL, IN MESSICO, IL 26 OTTOBRE 2012.

Il filmato ha sconcertato i giornalisti della tv nazionale messicana.

Dagli esseri di luce in missione sul pianeta Terra.

LE NOSTRE ASTRONAVI, OLTRE ALLE CAPACITÀ MULTIDIMENSIONALI CHE POSSIEDONO, SONO IN GRADO DI COORDINARE LE FORZE DELLA NATURA E INDIRIZZARLE VERSO ESPRESSIONI PROGRAMMATE DAL SOLE ADONAY PER PURIFICARE IL PIANETA, UOMO COMPRESO.

NEI PRECEDENTI COMUNICATI VI ABBIAMO GIÀ SPIEGATO AMPIAMENTE, TRAMITE LO STESSO MEZZO, LE CARATTERISTICHE E LE FUNZIONI DI CIÒ CHE VOI CHIAMATE ERRONEAMENTE UFO O DISCHI VOLANTI (PER NOI TRACCIATORI MAGNETICI).

Pagine