Cervello

Come liberarsi dai pensieri ossessivi

DepressioneL’ “Overthinking”, letteralmente pensare troppo o rimuginare, è un fenomeno in forte crescita nella nostra società.

Il pensiero ossessivo è difficile da controllare; esistono persone maggiormente soggette rispetto ad altre… La medicina cinese attribuisce questo fenomeno ai soggetti le cui caratteristiche materiali e spirituali evidenziano una prevalenza dell’elemento terra; queste persone presentano una predominanza di tutte quelle attività legate alla loggia energetica stomaco milza pancreas. Organi che, quando non sono in equilibrio, possono causare sentimenti di ansia, preoccupazione e un’attività di pensiero eccessiva e senza freni.

Nel campo psicologico sono in molti a ritenere l’overthinking una piaga dell’età moderna legata all’insicurezza e confusione che la stessa società ha creato, bombardando i singoli individui di informazioni e schemi precostituiti; condizioni che possono generare una negatività tale begli individui da ripercuotersi persino sul modo di pensare.

La psicologa e naturopata Kelly Neff suggerisce 8 modi per eliminare questa attitudine dalla nostra mente e dalla nostra vita:

Le canalizzazioni mentali

Le canalizzazioni mentaliIl Là, all’orientamento mentale… e il voler inconsapevolmente avere sempre ragione delle proprie convinzioni.

Questa mattina, mi sono ritrovato senza credito nel telefono e, apparentemente senza motivo.

È cominciata subito una serie di elucubrazioni mentali ed ho notato che, la nota di sottofondo era…

mi hanno fregato…

Giravo intorno all’argomento pensando a come mai mi sono ritrovato senza credito ma sotto sotto girava sempre la stessa nota stonata… mi hanno fregato.

Poi, ovviamente, mi sono reso conto di stare cadendo in una trappola mentale di cui, tra l’altro, è da molto che volevo parlare in questo blog.

Mi sono fermato dal pensarci, mi sono guardato dentro ed ho realizzato che stavo “aprendo un canale mentale” pericolosissimo, il canale della fregatura.

Mi sono ricordato di tutte le cose che ho studiato fin qui, di tutte le esperienze fatte su me stesso e su tutte le persone che si relazionano con me quasi quotidianamente su questi argomenti mentali ed ho realizzato che, come già detto, stavo aprendo un canale mentale molto pericoloso.

Canali mentali… cosa voglio dire con questo termine…

Il rosmarino influisce positivamente sulla memoria

Il rosmarinoa influisce positivamente sulla memoriaL’aroma di rosmarino pare possa migliorare la memoria e la concentrazione

L’aroma di rosmarino può aumentare la capacità della memoria, favorendo il ricordo di eventi e di ciò che si deve fare durante un’attività, migliorando la concentrazione.

Il semplice aroma di una pianta aromatica come il rosmarino, principe di molti piatti di cucina, pare possa operare diversi benefici a livello mentale e della memoria. Un concetto già sostenuto dall’Aromaterapia, la tecnica di benessere che utilizza appunto gli aromi delle piante — in genere sotto forma di oli essenziali, che sono un vero e proprio concentrato di pianta e aroma.

Citato anche da Shakespeare nel suo Amleto, il rosmarino è da sempre ritenuto un rimedio per la memoria e le prestazioni cognitive.

Ciò che si riteneva già diecimila anni fa, è stato confermato da un nuovo studio presentato alla British Psychological Society’s annual conference che si tiene presso l’Harrogate International Centre (UK) dal 9 all’11 aprile 2013.Lo studio, condotto dal professor Mark Moss e la collega Jemma McCready della Northumbria University, conferma quanto già suggerito da un precedente studio sempre del dottor Moss, in cui si affermava che il rosmarino migliora le prestazioni cognitive e migliora la memoria a lungo termine fino al 15 per cento.

Pagine