Cattive abitudini

I mozziconi ostacolano la crescita delle piante

I mozziconi ostacolano la crescita delle piante

Una nuova ricerca ha scoperto che i mozziconi di sigarette - la forma più comune di rifiuti sul pianeta - riducono significativamente la crescita delle piante.

Guidato da accademici dell'Università Anglia Ruskin (ARU) e pubblicato sulla rivista Ecotossicologia e sicurezza ambientale, (1) lo studio è il primo a mostrare il danno che i mozziconi di sigaretta possono causare alle piante.

I ricercatori hanno scoperto che la presenza di mozziconi di sigaretta nel terreno riduce il normale decorso della germinazione. La lunghezza del germoglio (la lunghezza dello stelo) e del trifoglio si riducono del 27% e del 28%, mentre la biomassa delle radici (peso della radice) è ridotta del 57%. Per l'erba, il successo della germinazione è diminuito del 10% e la durata del tiro del 13%.

La maggior parte dei mozziconi contiene un filtro in fibra di acetato di cellulosa, un tipo di bioplastica. I filtri delle sigarette non fumate hanno quasi lo stesso effetto sulla crescita delle piante dei filtri usati, indicando che il danno alle piante è causato dal filtro stesso, anche senza le tossine aggiuntive rilasciate dalla combustione del tabacco. Gli esperimenti di controllo contenevano pezzi di legno di forma e dimensioni identiche a mozziconi di sigaretta.

Si stima che circa 4,5 trilioni di mozziconi di sigarette siano disseminati ogni anno, rendendoli la forma più pervasiva di inquinamento plastico sul pianeta. Come parte di questo studio, gli accademici hanno campionato le località intorno alla città di Cambridge e hanno trovato aree con ben 128 mozziconi di sigarette scartati al metro quadrato.

Botti di fine anno: Rispettiamoci rispettando pure gli animali!!!

Fate attenzione ai petardi, soprattutto a quelli illegali. Una festa di fine anno potrebbe trasformarsi in una tragedia. Proteggiamo dai botti gli animali

I botti sono pericolosi. Facciamo attenzione e proteggiamo anche gli animali. Appello agli amici di tutte le nazioni.

Fate attenzione ai petardi, soprattutto a quelli illegali. Una festa di fine anno potrebbe trasformarsi in una tragedia!

Solo nella vicina Italia ogni fine anno decine di persone subiscono danni permanenti alle mani, mentre i casi di perdita di una falange sono centinaia. Nei casi più gravi subiscono l'amputazione della mano. Senza contare i casi dove ci scappa pure il morto.

Non raccogliete mai botti inesplosi!!!!!!!

Rispettiamoci e rispettiamo anche i nostri amici animali. Nella vicina Italia ogni fine anno più di mille animali muoiono a causa dei botti. Molti non sanno che gli animali sono molto sensibili. Un petardo cagiona all'animale un terribile spavento che gli può causare anche un'infarto.

Prima della mezzanotte il nostro animale domestico, (cane e/o gatto) dovrebbe essere chiuso in una stanza con le tapparelle e le finestre ben chiuse per attutire le esplosioni dei botti. Inoltre, nella stanza, si consiglia di accendere la radio in maniera di confondere il più possibile i rumori dei botti.

I danni al patrimonio: sono decine di migliaia in tutta Europa gli incendi causati dai botti!

Il consumo abituale di cannabis distrugge i polmoni

FumoI risultati di una ricerca condotta in Turchia, mostra gli evidenti effetti nocivi della cannabis sulla salute dei ragazzi. Una campagna per sensibilizzare le famiglie sul tema

Quando si parla delle conseguenze del consumo abituale di cannabis sulla salute si pensa più agli effetti dello “sballo” che alla salute dei polmoni. Tuttavia, anche gli effetti sulla salute respiratoria non vanno assolutamente sottovalutati.

Gli effetti dello spinello sui polmoni non sono mai stati studiati a causa di problemi di legalità e della difficoltà di esaminare separatamente gli effetti della cannabis e quelli del fumo di tabacco.

Una prima revisione sistematica pubblicata a fine 2016 mostrava infatti la mancanza di conoscenze solide sull'argomento l'urgenza di chiarire questi meccanismi, specie in relazione al connubio fra consumo di cannabis e fumo di tabacco.

Pagine