Biodiversità

Un terzo delle specie potrebbe scomparire entro il 2070


Un terzo delle specie potrebbe scomparire entro il 2070

Un terzo delle specie animali e vegetali potrebbe scomparire entro i prossimi 50 anni. Ricercatori dell'Università dell'Arizona hanno studiato le recenti estinzioni dovute al cambiamento climatico per stimare la perdita di specie animali e vegetali entro il 2070.

Declino delle popolazioni globali di megafauna d'acqua dolce

Declino delle popolazioni globali di megafauna d'acqua dolce

Dal 1970 al 2012, le popolazioni globali di megafauna d'acqua dolce sono diminuite dell'88 per cento a causa dello sfruttamento eccessivo e della perdita dei fiumi a flusso libero.

Fiumi e laghi coprono circa l'uno percento della superficie terrestre, ma ospitano un terzo di tutte le specie di vertebrati in tutto il mondo. Allo stesso tempo, la vita in acqua dolce è fortemente minacciata. Scienziati dell'Istituto Leibniz di ecologia delle acque dolci e della pesca nelle acque interne (IGB) e colleghi internazionali hanno ora quantificato il declino globale dei grandi animali d'acqua dolce: dal 1970 al 2012, le popolazioni globali di megafauna d'acqua dolce sono diminuite dell'88% - il doppio della perdita di popolazioni di vertebrati a terra o nell'oceano. Le specie ittiche di grandi dimensioni sono particolarmente colpite. Eppure permangono grandi lacune nelle azioni di monitoraggio e conservazione delle megafauna di acqua dolce, in particolare nelle aree con alti livelli di biodiversità.

Le megafauna d'acqua dolce comprendono tutti gli animali d'acqua dolce che pesano almeno 30 chilogrammi, come le specie di delfini di fiume, castori, coccodrilli, tartarughe giganti e storioni. Gli scienziati hanno raccolto i dati disponibili delle serie temporali per 126 specie di megafauna d'acqua dolce in tutto il mondo, nonché i dati storici e contemporanei sulla distribuzione geografica di 44 specie in Europa e negli Stati Uniti.

Pagine