Il declino degli insetti si propaga in tutto il mondo


Il declino degli insetti si propaga in tutto il mondo

Gli scienziati avvertono l'umanità del declino mondiale degli insetti e suggeriscono anche le soluzioni per riconoscere e prevenire le conseguenze.

Coinvolgere la società civile e i responsabili politici è essenziale per il futuro e il benessere reciproco delle persone e degli insetti. Oltre a mitigare i cambiamenti climatici, un aspetto importante della soluzione consiste nel dedicare porzioni di terra di alta qualità per la gestione e la conservazione. Inoltre, è essenziale trasformare le pratiche agricole globali per promuovere la coesistenza di specie.

L'umanità sta deteriorando molti ecosistemi in maniera irreversibile. Di conseguenza, ogni giorno si concretizzano estinzioni di insetti non quantificate e non quantificabili. Con l'intenzione di contribuire a un necessario cambio di atteggiamento per il bene dell'umanità, due articoli scientifici redatti da 30 esperti di tutto il mondo discutono sia dei pericoli che dei modi per evitare ulteriori estinzioni.

«È sorprendente quanto poco sappiamo della biodiversità a livello globale, quando solo il 10-20% circa degli insetti e altre specie di invertebrati sono stati descritti e nominati. E di quelli con un nome, sappiamo poco più di una breve descrizione morfologica, forse una parte del codice genetico e un singolo sito in cui è stato visto qualche tempo fa», afferma il dottor Pedro Miguel Cardoso,* (1) del Museo finlandese di storia naturale Luomus dell'Università di Helsinki, Finlandia.

Una situazione preoccupante

La perdita di habitat, l'inquinamento (comprese le pratiche agricole dannose), le specie invasive, i cambiamenti climatici, l'eccessivo sfruttamento e l'estinzione delle specie dipendenti contribuiscono in modo variabile al calo documentato della popolazione di insetti e alle estinzioni di specie.

Il dottor Pedro Miguel Cardoso spiega: «con la perdita di specie, perdiamo non solo un altro pezzo del complesso puzzle che è il nostro mondo vivente, ma anche la biomassa essenziale, per esempio, per nutrire altri animali nella catena vivente, geni e sostanze unici che un giorno potrebbero contribuire a curare le malattie, e funzioni dell'ecosistema da cui dipende l'umanità.»

Le funzioni dell'ecosistema che menziona lo scienziato includono l'impollinazione, poiché la maggior parte delle colture dipende dalla sopravvivenza degli insetti. Inoltre, la decomposizione, poiché contribuisce al ciclo dei nutrienti, nonché a molte altre funzioni per le quali non abbiamo sostituzioni tecnologiche o di altro tipo.

«Mentre piccoli gruppi di persone possono avere un impatto sulla conservazione degli insetti a livello locale, la coscienza collettiva e uno sforzo coordinato a livello globale per l'inventario delle specie, il monitoraggio e la conservazione sono necessari per il recupero su larga scala», afferma il dottor Michael Samways,* (2) illustre professore della Stellenbosch University, Sudafrica.

Idee per aiutare gli insetti:

  1. evita di falciare frequentemente il tuo giardino. Lascia crescere la vegetazione per favorire gli insetti;
  2. piante vegetali autoctone. Molti insetti hanno bisogno solo di questa vegetazione per sopravvivere;
  3. evita i pesticidi;
  4. lascia in pace vecchi alberi, ceppi e foglie morte; ospitano innumerevoli specie;
  5. costruisci un habitat per insetti con piccoli fori orizzontali che possono diventare i loro nidi;
  6. fai supporto e volontariato nelle organizzazioni per la conservazione;
  7. non importare o rilasciare animali vivi o piante in natura che potrebbero danneggiare le specie autoctone;
  8. Sii più consapevole delle piccole creature; guarda sempre il piccolo lato della vita.

Fonti:

* Cardoso, P., Barton, P.S., Birkhofer, K., Chichorro, F., Deacon, C., Fartmann, T., Fukushima, C.S., Gaigher, R., Habel, J.C., Hallmann, C.A., Hill, M.J., Hochkirch, A., Kwak, M.L., Mammola, S., Ari Noriega, J., Orfinger, A.B., Pedraza, F., Pryke, J.S., Roque, F.O., Settele, J., Simaika, J.P., Stork, N.E., Suhling, F., Vorster, C., Samways, M.J. (2020) Scientists' warning to humanity on insect extinctions. Biological Conservation. (3)

* Samways, M.J., Barton, P.S., Birkhofer, K., Chichorro, F., Deacon, C., Fartmann, T., Fukushima, C.S., Gaigher, R., Habel, J.C., Hallmann, C.A., Hill, M.J., Hochkirch, A., Kaila, L., Kwak, M.L., Maes, D., Mammola, S., Ari Noriega, J., Orfinger, A.B., Pedraza, F., Pryke, J.S., Roque, F.O., Settele, J., Simaika, J.P., Stork, N.E., Suhling, F., Vorster, C. & Cardoso, P. (2020) Solutions for humanity on how to conserve insects. Biological Conservation. (4)

Dettagli bibliografici:

Pedro Miguel Cardoso: curatore del Museo finlandese di storia naturale, professore a contratto di ecologia all'Università di Helsinki. Cardoso lavora nella scienza della conservazione globale, nonché nella politica e nello sviluppo di nuovi metodi computazionali per tracciare le estinzioni delle specie. Con una predilezione per i ragni, ha rapidamente capito che sono necessarie soluzioni globali per tutta la biodiversità, comprese le piccole creature che fanno davvero funzionare il mondo. Dirige il Laboratory for Integrative Biodiversity Research, che comprende un team di 20 ricercatori che lavorano su argomenti diversi come l'intelligenza artificiale, il traffico di tarantole e la scienza delle caverne.

Michael Samways: Fellow della Royal Society of South Africa e membro dell'Accademia delle Scienze del Sudafrica, Michael è un illustre professore del Dipartimento di Ecologia ed Entomologia della Conservazione, Università di Stellenbosch, in Sudafrica. Si concentra su tutti gli aspetti della conservazione degli insetti, sia a livello nazionale che internazionale. Destinatario della medaglia John Herschel della Royal Society of South Africa, del comandante senior Scott e delle medaglie d'oro dell'Accademia delle scienze e delle arti sudafricane e della medaglia d'oro dell'Accademia delle scienze del Sudafrica. Destinatario del premio Cancelliere della Stellenbosch University a vita e citazione dell'eccellenza della Commissione di sopravvivenza IUCN / specie. Il suo team, il Mondi Ecological Networks Program, ha vinto il premio NSTF-South32. Recentemente, ha ricevuto il Marsh Award dalla Royal Entomological Society per l'eccezionale ed esemplare contributo a vita nella conservazione degli insetti. Il suo nuovo libro Insect Conservation: A Global Synthesis è stato appena pubblicato da CABI.

Riferimenti:

(1) Pedro Miguel Cardoso

(2) Michael Samways

(3) Scientists' warning to humanity on insect extinctions

(4) Solutions for humanity on how to conserve insects

Descrizione foto: Driver (in rosso) e conseguenze (in blu) delle estinzioni degli insetti. Si noti che i conducenti spesso agiscono in modo sinergico o attraverso effetti indiretti (ad esempio, i cambiamenti climatici favoriscono molte specie invasive e la perdita di habitat). Tutte queste conseguenze contribuiscono alla perdita dei servizi ecosistemici essenziali per l'uomo. - Credit: Pedro Cardoso, Augusto Rosa, Axel Hochkirch.

Autore traduzione riassuntiva e adattamento linguistico: Edoardo Capuano / Articolo originale: Scientists warn humanity about worldwide insect decline, and suggest ways to recognise and avert its consequences

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare se sei un lettore o un robot.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.