Preoccupante tendenza nell'uso globale di droghe


Preoccupante tendenza nell'uso globale di droghe

Mappatura dell'uso internazionale di droghe attraverso il più grande studio sulle acque reflue del mondo.

Un progetto di sette anni che monitora il consumo illecito di droghe in 37 paesi attraverso campioni di acque reflue mostra che il consumo di cocaina è salito alle stelle in Europa nel 2017 e che l'Australia ha avuto un grave problema con la metanfetamina.

In un articolo pubblicato di recente su Addiction, (1) i ricercatori di 41 istituzioni internazionali hanno pubblicato i loro risultati dopo aver analizzato i campioni di liquami di 60 milioni di persone tra il 2011 e il 2017, il più grande studio a base di acque reflue intrapreso al mondo.

Il chimico della University of South Australia, il dottor Richard Bade (2) - uno dei principali autori - afferma che Adelaide, Canberra e Toowoomba sono state le tre città australiane monitorate tra 120 città in tutto il mondo. Nel 2017, le acque reflue di Adelaide sono state monitorate per una settimana, rivelando tra i 507 e 659 milligrammi di metanfetamina ogni 1000 persone al giorno. Al contrario, sia Canberra che Toowoomba registrarono livelli tra 271-331 milligrammi di metanfetamina. Anche Canberra e Toowoomba sono stati monitorati nel 2014 e 2015, mostrando un aumento del 170% nell'uso della metanfetamina in entrambe le città in un periodo di tre anni. Adelaide è stata monitorata solo una volta.

Storicamente, Adelaide e Perth hanno avuto i più alti livelli di metanfetamina in Australia. Tuttavia, da quando i dati di questo documento sono stati raccolti, attraverso campagne mirate sostenute, le autorità sono riuscite a ridurre il tasso di utilizzo ad Adelaide di quasi la metà.

Nel loro studio, i ricercatori hanno mappato l'uso globale di quattro droghe illecite - anfetamina, metanfetamina (nota anche come “ghiaccio”), estasi e cocaina - ma i primi tre anni sono stati confinati nelle città europee mentre dal 2014 in poi sono stati monitorate le città in Australia, Nuova Zelanda, Colombia, Martinica, Canada, Stati Uniti, Corea del Sud e Israele.

I risultati hanno mostrato una preoccupante tendenza nell'uso di droghe in tutto il mondo:

  • Dal 2011-2017, i livelli di cocaina sono stati i più alti a Londra, Bristol, Amsterdam, Zurigo. Ginevra, San Gallo e Anversa, con livelli registrati tra 600-900 mg / 1000 persone al giorno. Nel complesso, il consumo di cocaina è aumentato di quasi il 13% in cinque anni.
  • I carichi di anfetamine risultarono più alti in Belgio, nei Paesi Bassi e in tutti i paesi del nord Europa, comprese le città svedesi e Reykjavik in Islanda.
  • La quantità di metanfetamina (ghiaccio) misurata in Australa sia e Nord America era enorme, superando di gran lunga i livelli nell'Europa orientale, che all'epoca era ancora considerata elevata con livelli medi di oltre 150 mg / 1000 persone al giorno. Adelaide, al contrario, ha registrato livelli superiori a 600 mg.
  • I Paesi Bassi hanno registrato i massimi carichi di quantità di estasi nel corso dei sette anni di studio, sebbene aumenti siano stati registrati anche in città come Helsinki, Oslo, Amsterdam, Bruxelles e Barcellona.

Le città con i più alti livelli di droga in Europa includono Anversa, Amsterdam, Zurigo, Londra e Barcellona, mentre all'altra estremità della scala, le città in Grecia, Portogallo, Finlandia, Polonia e Svezia hanno i più bassi tassi di consumo di droga.

Al di fuori dell'Europa, Medellin (Colombia), Adelaide e la città di Seattle negli Stati Uniti hanno registrato livelli di droga relativamente elevati, sebbene le cifre di Medellin fossero dovute principalmente alla cocaina mentre Adelaide e Seattle hanno livelli molto alti di metanfetamina. Lo studio ha mostrato un aumento dell'85% dei sequestri di metanfetamine in Europa tra il 2012 e il 2016, da 13.000 a 24.000. I dati dall'Australia non sono disponibili.

Il Richard Bade, chimico analitico presso la School of Pharmacy and Medical Sciences di UniSA, afferma che l'uso della metanfetamina è collegato a diverse condizioni di salute, tra cui disturbi mentali, frequenza cardiaca elevata e violenza domestica. Egli puntualizza: “è importante determinare le dimensioni del mercato delle droghe illecite in modo che i paesi possano trovare il modo migliore per affrontare un'industria da 100 miliardi di dollari, che sta contribuendo all'onere globale delle malattie e influendo sullo sviluppo economico di molti paesi.”

L'Università del South Australia e l'Università del Queensland sono state le uniche istituzioni australiane coinvolte nello studio, guidate dal gruppo SCORE (analisi delle acque reflue del gruppo CORe Europa).

Riferimenti:

(1) Spatio-temporal assessment of illicit drug use at large scale: evidence from 7 years of international wastewater monitoring

(2) Richard Bade

Descrizione foto: un progetto di sette anni che monitora il consumo illecito di droghe in 37 paesi attraverso campioni di acque reflue mostra che il consumo di cocaina è salito alle stelle in Europa nel 2017 e che l'Australia ha avuto un grave problema con la metanfetamina. - Credit: University of South Australia.

Autore traduzione riassuntiva e adattamento linguistico: Edoardo Capuano / Articolo originale: Mapping international drug use through the world’s largest wastewater study

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare se sei un lettore o un robot.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.