Plastica biodegradabile per modo di dire

Plastica biodegradabile per modo di dire

I produttori offrono sacchetti di plastica biodegradabili o compostabili, ma in molti casi queste affermazioni non sono state testate in ambienti naturali.

L'onnipresente sacchetto di plastica è utile per trasportare generi alimentari e altri oggetti dal negozio a casa. Tuttavia, questa convenienza mette a dura prova l'ambiente, con detriti di plastica che sporcano terra e corsi d'acqua.

Ora, i ricercatori segnalano nella scienza e tecnologia ambientale dell'American Chemical Society che le borse non si degradano in alcuni ambienti più velocemente del normale polietilene.

Secondo la Commissione europea, circa 100 miliardi di sacchetti di plastica entrano nel mercato dell'Unione europea ogni anno. Molti di questi vengono usati solo una volta e poi gettati via, buttati a terra o trasportati dal vento in laghi o oceani.

Oltre a risultare sgradevoli alla vista, i detriti di plastica possono danneggiare gli animali e gli ecosistemi.

Alcuni produttori di sacchetti offrono materie plastiche che si deteriorano a causa dell'azione dei microrganismi, mentre altri utilizzano materie plastiche oxo-biodegradabili contenenti additivi pro-ossidanti per accelerare il processo. Inoltre, le materie plastiche compostabili possono essere degradate dai microrganismi in condizioni gestite. Tuttavia, queste potenziali soluzioni al problema della plastica non sono state ben studiate in diversi ambienti per lunghi periodi di tempo.

In una ricerca, pubblicata su ACS Pubblicatios, (1) gli studiosi Imogen Napper e Richard Thompson hanno deciso di confrontare il degrado di diversi sacchetti di plastica in tre ambienti naturali per un periodo di 3 anni.

I ricercatori hanno posizionato all'aperto sacchetti di plastica etichettati come biodegradabili, oxo-biodegradabili o compostabili, così come i sacchetti di polietilene convenzionali. Li hanno seppelliti nel terreno o li hanno immersi nell'acqua di mare.

A parte la sacca compostabile nell'ambiente marino, che si è degradata entro 3 mesi, dopo 27 mesi sono rimasti frammenti o campioni interi di ciascun tipo di sacca.

Dopo 3 anni nel mare o nel suolo, i sacchetti convenzionali, biodegradabili e oxo-biodegradabili potrebbero ancora trasportare circa 5 kg di generi alimentari senza strapparsi.

I ricercatori hanno concluso che nessuno dei sacchi si è deteriorato in modo affidabile in tutti gli ambienti entro 3 anni e che i sacchi biodegradabili non si sono costantemente deteriorati più velocemente del polietilene convenzionale.

Poiché i sacchetti biodegradabili potrebbero avere la conseguenza non intenzionale di un aumento dei rifiuti e sono difficili da riciclare nei flussi di rifiuti convenzionali, i ricercatori suggeriscono che una soluzione migliore potrebbe essere quella di incoraggiare i consumatori a riutilizzare più volte i sacchetti della spesa.

L'American Chemical Society, la più grande società scientifica del mondo, è un'organizzazione senza fini di lucro istituita dal Congresso degli Stati Uniti. ACS è un leader globale nel fornire accesso alle informazioni e alla ricerca legate alla chimica attraverso i suoi molteplici database, riviste di qualità peer reviewed e conferenze scientifiche. L'ACS non conduce ricerche, ma pubblica e pubblicizza studi scientifici sottoposti a peer review. I suoi uffici principali sono a Washington, DC, e Columbus, Ohio.

Riferimenti:

(1) Environmental Deterioration of Biodegradable, Oxo-biodegradable, Compostable, and Conventional Plastic Carrier Bags in the Sea, Soil, and Open-Air Over a 3-Year Period

Descrizione foto: dopo essere stato immerso nell'oceano per 3 anni, un sacchetto di plastica oxo-biodegradabile potrebbe ancora mantenere la sua integrità (senza strapparsi) e quindi mantenere un contenuto di 5 kg di generi alimentari. - Credit: American Chemical Society.

Autore traduzione riassuntiva e adattamento linguistico: Edoardo Capuano / Articolo originale: When biodegradable plastic isn’t

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare se sei un lettore o un robot.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.