Invasione aliena di rane in Australia


Invasione aliena di rane in Australia

Secondo un nuovo studio dell'Università dell'Australia Meridionale, l'alimentazione indiscriminata da parte di una popolazione aliena composta da una rana carnivora dalle cosce macchiate potrebbe influenzare gravemente la biodiversità nativa dell'Australia meridionale.

L'anfibio invasivo Litoria cyclorhyncha, che ha viaggiato attraverso l'Australia occidentale attraverso il Nullarbor, ha ora creato una comunità di oltre 1000 abitanti a Streaky Bay, nell'Australia meridionale, con avvistamenti confermati anche sulla penisola di Eyre e all'aeroporto di Adelaide.

Questo è il primo studio sulla dieta della rana maculata con i risultati che forniscono importanti informazioni biologiche sull'impatto delle specie aliene sugli ecosistemi naturali.

Gli esperti di ecologia, il professore associato di UniSA Gunnar Keppel (1) e la dottoressa Christine Taylor, affermano che il potenziale invasivo della rana macchiata, che si diffonde in altre parti dell'Australia, è molto preoccupante se si considerano i suoi distruttivi modelli alimentari.

Il professor Gunnar Keppel spiega: «Questa rana è una macchina indiscriminata per mangiare che divorerà qualsiasi cosa possa entrare nella sua bocca. Stiamo parlando di una rana arborea con un potenziale predatorio non sottovalutabile. Inoltre, siccome questa specie è estranea all'Australia meridionale, potrebbe avere un impatto devastante sugli habitat invasi. Essa si nutre di specie locali con un impatto sull'ecosistema naturale: può spostare o distruggere le reti alimentari locali, superare le risorse degli uccelli, rettili e mammiferi autoctoni e potenzialmente cambiare la biodiversità naturale.»

La biodiversità è il tema della Giornata mondiale dell'ambiente delle Nazioni Unite (2) di quest'anno.

Pubblicato sull'Australian Journal of Zoology, (3) lo studio ha esaminato il contenuto dello stomaco di 76 rane con le cosce macchiate in tre habitat: una zona umida artificiale, una macchia seminaturale e un ambiente urbano.

In media, ogni rana aveva almeno sei prede nel suo stomaco, con una preda che si stima includesse 200 specie diverse, il 60% delle quali erano scarafaggi, ragni e insetti. Gechi nativi, giovani rane e topi sono stati identificati come prede.

Le specie introdotte possono avere risultati temibili per l'Australi. La famigerata introduzione del rospo della canna negli anni '30, come meccanismo per controllare gli scarabei della canna da zucchero, è solo un esempio. Il fallimento di tale iniziativa continua a devastare l'ecologia australiana, con il rospo di canna ora elencato come un parassita minaccioso ai sensi della legge sulla Protection and Biodiversity Conservation Act. (4)

Il professor Gunnar Keppel avvalora l'importanza che le persone comprendano quanto possano essere dannose le specie introdotte per interi ambienti. Egli avverte che se la diffusione della rana macchiata non viene tenuta sotto controllo, potrebbero dominare molti ecosistemi nel sud-est dell'Australia, a spese della flora e della fauna locali.

Il professore asserisce che: «La rana dalle cosce macchiate è ovviamente molto mobile. Già è riuscita a percorrere più di 2000 chilometri e ha creato una colonia nella Streaky Bay. Tuttavia, la sua notevole tolleranza alla salinità e la potenziale capacità di resistere alle alte temperature potrebbero portare a un'ulteriore diffusione geografica e, se non controllata, potrebbe estendersi ulteriormente verso est nel Bacino di Murray-Darling. È fondamentale che continuiamo a proteggere la biodiversità australiana. Prevenire un'ulteriore dispersione di questa rana invasiva è un'alta priorità di conservazione. Il governo statale dovrebbe prendere in considerazione la gestione della popolazione invasiva di queste rane a Streaky Bay. Ciò dovrebbe includere programmi educativi per informare le persone su cosa fare se trovano una rana, nonché sulla fattibilità di sterminare la popolazione nell'Australia Meridionale.»

Riferimenti:

(1) Gunnar Keppel

(2) World Environment Day

(3) Indiscriminate feeding by an alien population of the spotted-thighed frog (Litoria cyclorhyncha) in southern Australia and potential impacts on native biodiversity

(4) About the EPBC Act

Descrizione foto: La rana macchiata di cosce è originaria dell'Australia sudoccidentale. - Credit: Christine Taylor.

Autore traduzione riassuntiva e adattamento linguistico: Edoardo Capuano / Articolo originale: Alien frog invasion wreaks havoc on natural habitat

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare se sei un lettore o un robot.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.