Picco della violenza domestica causato dalla crisi COVID-19


Picco della violenza domestica causato dalla crisi COVID-19

Gli studiosi di Rutgers sostengono che la crisi COVID-19 ha lasciato molte vittime di violenza domestica in difficoltà nel nutrire i propri figli e nell'accedere a servizi per alloggi sicuri, trasporti e assistenza all'infanzia una volta che lasciano i rifugi.

Secondo lo studio, pubblicato su Violence Against Women, (1) fornire alloggi sicuri e risorse per la comunità sono fondamentali per migliorare la sicurezza delle vittime di violenza domestica e dei loro figli.

«Molti sopravvissuti che escono dai rifugi per la violenza domestica stanno segnalando difficoltà nell'accesso alle risorse all'interno della comunità. I sopravvissuti nel nostro studio hanno espresso preoccupazione per quanto riguarda l'accesso al cibo e ai trasporti e la garanzia di alloggi sicuri, occupazione e assistenza all'infanzia a prezzi accessibili», ha detto l'investigatrice capo Amanda M. Stylianou (2) direttrice della Rutgers University Behavioral Health Care.

I ricercatori hanno condotto tre interviste con circa 83 sopravvissuti per nove mesi in sei rifugi di emergenza per la violenza domestica che forniscono servizi di supporto alle vittime di crimini e abusi.

I partecipanti hanno segnalato una mancanza di scelta sia nelle opzioni abitative che nelle comunità in cui potrebbero trasferirsi, nonché una mancanza generale di stabilità e struttura nel processo di transizione e oltre. Hanno anche identificato difficoltà nell'accesso alle risorse della comunità e hanno sottolineato che sono necessarie risorse aggiuntive per proteggere le vittime di violenza domestica ei loro figli nella comunità.

Dopo aver lasciato, molti intervistati si sono trasferiti in appartamenti sovraffollati, sono tornati in condomini in cui risiedeva il partner violento o sono tornati alla relazione violenta dopo aver avuto bisogno di un alloggio. I genitori hanno condiviso le preoccupazioni dei loro figli riguardo al sentirsi soli, alla mancanza di familiari e amici e alle difficoltà che hanno incontrato nel entrare e uscire dai rifugi.

«Nel nostro mondo di crisi COVID, le famiglie che escono dai rifugi per la violenza domestica si trovano ad affrontare una serie di fattori di stress che ostacolano la loro capacità di ottenere l'indipendenza e rimanere liberi dai loro partner violenti», ha detto la dottoressa Stylianou. «Trovare modi creativi per supportare i sopravvissuti nell'accesso all'assistenza finanziaria e / o ad un alloggio sicuro sono opportunità critiche per le comunità per sostenere i sopravvissuti».

Riferimenti:

(1) Transitioning Out of an Urban Domestic Violence Emergency Shelter: Voices of Survivors

(2) Amanda M. Stylianou

Autore traduzione riassuntiva e adattamento linguistico: Edoardo Capuano / Articolo originale: As Domestic Violence Spikes, Many Victims and Their Children Have Nowhere to Live

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare se sei un lettore o un robot.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.