Gli archeologi scoprono il pane che precede l'agricoltura di 4.000 anni

Sito archeologico Shubayqa 1In un sito archeologico nel nord-est della Giordania, i ricercatori hanno scoperto i resti carbonizzati di una piadina cotta dai cacciatori-raccoglitori 14.400 anni fa. È la più antica testimonianza diretta del pane trovato fino ad oggi, precedente l'avvento dell'agricoltura di almeno 4000 anni. I risultati suggeriscono che la produzione di pane a base di cereali selvatici potrebbe aver incoraggiato i cacciatori-raccoglitori a coltivare cereali, contribuendo così alla rivoluzione agricola nel periodo neolitico.

Un team di ricercatori delle Università di: Copenaghen, University College London e University of Cambridge hanno analizzato i resti di cibo carbonizzato prelevati da un sito di cacciatori-raccoglitori natufiani(1) di 14.400 anni - un sito noto come Shubayqa 1 situato nel Deserto Nero nel nord-est della Giordania. I risultati, pubblicati recentemente dalla rivista Atti della National Academy of Sciences, forniscono le prime prove empiriche per la produzione di pane:

"La presenza di centinaia di alimenti carbonizzati scoperti nei camini di Shubayqa 1 è una scoperta eccezionale, e ci ha dato la possibilità di caratterizzare le pratiche alimentari di 14.000 anni fa. I 24 resti analizzati in questo studio mostrano che gli antenati selvatici di cereali domestici quali orzo, monococco e avena erano stati macinati, setacciati e impastati prima della cottura. I resti sono molto simili a focacce non lievitate identificate in diversi siti neolitici e romani in Europa e in Turchia. Così ora sappiamo che i prodotti simili al pane sono stati prodotti molto prima dello sviluppo dell'agricoltura.

Il passo successivo è valutare se la produzione e il consumo di pane hanno influenzato l'emergere della coltivazione delle piante e della domesticazione", ha dichiarato l'archeobotanica dell'Università di Copenhagen, Amaia Arranz Otaegui,(2) (3) che è la prima autrice dello studio pubblicato dalla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences (PNAS).(4)

L'archeologo dell'Università di Copenhagen Tobias Richter,(5) che ha guidato gli scavi a Shubayqa 1 in Giordania, ha spiegato: "I cacciatori-raccoglitori natufiani sono di particolare interesse per noi perché hanno vissuto un periodo di transizione in cui le persone sono diventate più sedentarie e la loro dieta ha cominciato a cambiare. Le lame di falce di selce e gli strumenti di pietra macinata, trovati nei siti di Natufian nel Levante, hanno a lungo portato gli archeologi a sospettare che le persone avessero iniziato a sfruttare le piante in un modo diverso e forse più efficace. Ma il pane piatto trovato a Shubayqa 1 è la prima prova di pane recuperato finora, e mostra che la cottura è stata inventata prima di coltivare le piante. Quindi questa prova conferma alcune delle nostre idee. In effetti, è possibile che la produzione precoce e estremamente dispendiosa in termini di tempo del pane, a base di cereali selvatici, possa essere stata una delle principali forze motrici alla base della successiva rivoluzione agricola in cui venivano coltivati cereali selvatici per fornire fonti alimentari più convenienti".

Resti carbonizzati al microscopio

I resti di cibo carbonizzato sono stati analizzati con microscopia elettronica in un laboratorio del University College di Londra dalla candidato al dottorata Lara Gonzalez Carratero (UCL Institute of Archaeology),(6) che è un esperto di pane preistorico:

"L'identificazione di pane o altri prodotti a base di cereali in archeologia non è semplice. C'è stata una tendenza a semplificare la classificazione senza verificarla realmente rispetto a criteri di identificazione. Abbiamo stabilito una nuova serie di criteri per identificare il pane piatto, la pasta e i prodotti similari nei registri archeologici. Utilizzando la microscopia elettronica a scansione abbiamo identificato le microstrutture e le particelle di ogni cibo carbonizzato", ha dichiarato González Carratero.

"Il pane richiede una lavorazione intensiva che include la decorticazione, la macinazione dei cereali, l'impastatura e la cottura. Il fatto che sia stato prodotto prima dei metodi di allevamento suggerisce che era considerato speciale, e il desiderio di produrre più di questo cibo speciale ha probabilmente contribuito alla decisione di iniziare a coltivare cereali. Tutto ciò si basa su nuovi sviluppi metodologici che ci permettono di identificare i resti di pane da frammenti carbonizzati molto piccoli utilizzando un elevato ingrandimento", ha affermato il professor Dorian Fuller (UCL Institute of Archaeology).(7)
La ricerca sulle pratiche alimentari preistoriche continua

Una borsa di studio recentemente assegnata al team dell'Università di Copenaghen farà sì che la ricerca sul cibo durante il passaggio al Neolitico continuerà:

"Il Consiglio danese per la ricerca indipendente ha recentemente approvato ulteriori finanziamenti per il nostro lavoro, che ci consentiranno di indagare su come le persone hanno consumato diverse piante e animali in modo più dettagliato. Basandoci sulle nostre ricerche sul pane antico, questo ci darà in futuro un'idea migliore del perché alcuni ingredienti sono stati preferiti rispetto ad altri e alla fine sono stati selezionati per la coltivazione ", ha affermato Tobias Richter.

La ricerca del progetto Shubayqa è stata finanziata dall'Independent Research Fund Denmark.(8) Il permesso di scavare è stato concesso dal Dipartimento delle Antichità della Giordania.

Riferimenti:

(1) Cultura natufiana

(2) Amaia Arranz Otaegui

(3) Archaeologists discover bread that predates agriculture by 4,000 years

(4) Archaeobotanical evidence reveals the origins of bread 14,400 years ago in northeastern Jordan

(5) Tobias Richter

(6) Lara Gonzalez Carratero (UCL)

(7) Dorian Fuller (UCL)

(8) Independent Research Fund Denmark

Autore: Edoardo Capuano / Foto: WEB

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare se sei un lettore o un robot.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.