Uno studio ipotizza perché i volatili hanno perso i denti

Uno studio ipotizza perché i volatili hanno perso i dentiFino ad ora si riteneva che ciò permettesse loro di ridurre il peso della testa e quindi facilitare il volo. Ora, un gruppo di scienziati ha una nuova ipotesi.

Gli uccelli sono dotati di un becco senza denti come lo erano alcuni dinosauri del Mesozoico (da 251 milioni di anni fa a 65 milioni di anni fa). Diverse ipotesi sono state proposte per spiegare la fisiologia del becco degli uccelli. Per alcuni ricercatori, la scomparsa dei denti ha permesso di ridurre il peso della testa e facilitare la dinamicità del volo. Ma questo non spiega perché alcuni dinosauri carnivori mesozoici, incapaci di volare, erano sprovvisti dei denti ma dotati di becchi.

Un gruppo di ricercatori dell'Università di Bonn(1) in uno studio, pubblicato su Biology Letters (Royal Society),(2) sostengono che la tesi più comunemente accettata è quella di un cambiamento nella dieta degli uccelli. Il becco avrebbe permesso loro di catturare più facilmente alcuni tipi di cibo, come cereali e semi. Ciò avrebbe facilitato la loro sopravvivenza durante la grande estinzione della specie circa 65 milioni di anni fa, causata principalmente dalla caduta di un gigantesco asteroide.

Il team di ricerca dell'Università di Bonn hanno indicato una nuova ipotesi relativa alla strategia di riproduzione dei dinosauri aviari e alla durata dell'incubazione delle uova. Si basano su recenti ricerche dei paleontologi americani che hanno evidenziato la lenta incubazione delle uova di dinosauro. Sarebbero stati diversi mesi, come quelli dei rettili primitivi, mentre negli uccelli moderni l'incubazione dura molto meno (da circa dieci giorni a qualche settimana).

E la causa di ciò risiede nei denti: il suo sviluppo nei dinosauri ha richiesto circa il 60% del tempo di incubazione. Quindi, l'embrione doveva in qualche modo “aspettare nell'uovo” perché i suoi denti finissero di formarsi, hanno detto i ricercatori Tzu-Ruei Yang(3) e Martin Sander.(4) Considerando che le uova sono una 'prelibatezza' per determinati predatori, la maggior parte dei dinosauri li ha seppelliti e non si sono presi cura di loro. Ed è per questo che il periodo di incubazione dovrebbe essere ridotto, consentendo una schiusa più veloce, che è stata un vantaggio evolutivo importante.

“Suggeriamo che la selezione naturale a favore di un dente che scompare è un effetto collaterale della selezione in favore di una crescita più rapida dell'embrione e un periodo di incubazione più breve, Questa osservazione spiegherebbe anche la perdita di denti e la presenza di un becco in alcuni dinosauri non-aviari”, hanno concluso i ricercatori.

Riferimenti:

(1) Universität Bonn

(2) The origin of the bird's beak | Biology Letters

(3) Tzu-Ruei Yang

(4) Prof. Dr. Martin Sander

Foto di pixabay.com

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare se sei un lettore o un robot.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.