I cambiamenti climatici espandono i tropici


I cambiamenti climatici espandono i tropici

Secondo una nuova ricerca i tropici della Terra si stanno espandendo verso i poli e tale espansione è guidata dai cambiamenti climatici causati dall'uomo.

I tropici avvolgono il centro della Terra come una cintura calda e bagnata. Questa parte del globo riceve la luce solare più diretta durante tutto l'anno ed è caratterizzata da temperature medie elevate e piogge abbondanti. In contrasto con l'interno lussureggiante dei tropici, tuttavia, fa si che i bordi di questa regione sono caldi e aridi.

Gli scienziati hanno notato che, negli ultimi 15 anni, queste bande aride si stanno espandendo verso i poli in regioni come il Mediterraneo, l'Australia meridionale e la California meridionale. È interessante notare che queste aree aride si sono espanse di più nell'emisfero meridionale rispetto all'emisfero settentrionale e i ricercatori hanno faticato a individuare esattamente cosa sta guidando la tendenza.

Un nuovo studio, pubblicato su AGU’s Journal of Geophysical Research: Atmospheres, (1) sostiene che il mancato raggiungimento di un accordo fondato su una solida e convincente teoria scientifica è stato, in parte, dovuto al fatto che la maggior parte dei ricercatori ha indirizzato le proprie ricerca focalizzandosi verso obiettivi non corretti.

La nuova ricerca ha rilevato che l'espansione tropicale è guidata principalmente dal riscaldamento degli oceani causato dai cambiamenti climatici piuttosto che dai cambiamenti diretti nell'atmosfera. Nell'emisfero australe si sta verificando un cambiamento più grande perché ha una maggiore superficie oceanica. L'espansione tropicale potrebbe avere profonde implicazioni economiche e sociali: il processo potrebbe spostare i percorsi delle tempeste e causare incendi e siccità più gravi in luoghi come la California e l'Australia che sono già sotto stress idrico. (2)

Secondo gli autori dello studio, le nuove scoperte forniscono la prova più evidente che l'espansione tropicale è in realtà principalmente guidata dal cambiamento climatico. Mentre le fluttuazioni climatiche naturali a lungo termine contribuiscono alle tendenze osservate, queste variazioni da sole non possono spiegare la misura in cui l'espansione è già avvenuta. Ciò significa, sostengono gli autori, che il cambiamento climatico potrebbe aver già contribuito in modo significativo all'espansione tropicale, specialmente nell'emisfero meridionale dominato dall'oceano.

«Dimostriamo che il maggiore riscaldamento subtropicale degli oceani è indipendente dalle oscillazioni climatiche naturali», ha detto il dottor Hu Yang, (3) scienziato del clima presso l'Alfred Wegner Institute di Bremerhaven, in Germania e autore principale del nuovo studio. «Questo è il risultato del riscaldamento globale».

Un fenomeno sconcertante

Un documento del 2006 pubblicato sulla rivista Science (4) ha annunciato una scoperta preoccupante: in alcune parti del mondo, i tropici si stavano espandendo. I ricercatori hanno tentato di capire le cause sin da quando quel documento è stato pubblicato. Gli scienziati stimano dalle osservazioni satellitari che questo ampliamento si sta verificando a una velocità compresa tra 0,25 e 0,5 gradi di latitudine per decennio. Ma senza individuare una causa principale, non possono modellare con precisione la velocità con cui si verificherà l'espansione in futuro o le regioni nelle quali avrà un impatto.

Alcuni ricercatori hanno suggerito che le emissioni di gas serra, la riduzione dell'ozono e gli aerosol nell'atmosfera stiano guidando l'espansione. Ma i modelli climatici che utilizzano queste variabili per spiegare l'espansione sottovalutano costantemente la velocità del cambiamento e non tengono conto del motivo per cui l'espansione sta avvenendo in alcune regioni ma non in altre. Ciò ha portato alcuni ricercatori a teorizzare che l'espansione tropicale può essere semplicemente spiegata dalle oscillazioni naturali del clima terrestre. Ma la variazione naturale non si adatta perfettamente ai modelli che gli scienziati hanno già osservato.

Oceano contro atmosfera

Il dottor Yang e colleghi hanno iniziato a prendere atto dell'espansione tropicale nel 2015, analizzando le correnti oceaniche che trasportano acqua calda verso i poli. Questo li ha portati a porsi questa domanda: e se l'espansione tropicale non fosse guidata dai cambiamenti nell'atmosfera, ma dai cambiamenti nell'oceano?

Poiché l'oceano e l'atmosfera sono sistemi altamente connessi, spesso è difficile dire quale sia il motore dell'altro, ha detto Yang. Nel nuovo studio, Yang e i suoi colleghi hanno analizzato le temperature dell'acqua nei principali vortici oceanici, grandi correnti oceaniche circolari che trasportano acqua calda verso i poli e acqua fredda verso l'equatore. Hanno usato osservazioni satellitari della temperatura della superficie del mare tra il 1982, l'anno di inizio delle osservazioni e il 2018, e hanno confrontato queste osservazioni con i dati sui tropici in espansione che risalgono al 1979.

Hanno scoperto come il calore in eccesso, che si accumula negli oceani subtropicali da quando il riscaldamento globale è iniziato a metà del 1800, ha spinto i bordi tropicali e i vortici oceanici verso i poli. Quando i ricercatori hanno confrontato il movimento dei vortici oceanici con l'espansione tropicale, hanno scoperto che i due fenomeni corrispondevano: l'espansione tropicale stava avvenendo in luoghi in cui i vortici oceanici si stavano muovendo verso i poli.

«In realtà sono davvero impressionato da questo documento», ha detto il dottor Kristopher Karnauskas, (5) professore associato presso il Dipartimento di scienze atmosferiche e oceaniche presso l'Università del Colorado Boulder, che non era collegato al nuovo studio. «Non ci sono davvero molti documenti là fuori che indagano accuratamente sul ruolo dell'oceano nel problema dell'espansione tropicale».

AGU (advance Earth and space science) supporta 130.000 appassionati di esperti in tutto il mondo nelle scienze della Terra e dello spazio. Attraverso partnership ampie e inclusive, promuoviamo la scoperta e la scienza delle soluzioni che accelerano la conoscenza e creano soluzioni etiche, imparziali e rispettose delle comunità e dei loro valori. I nostri programmi includono servire come editore accademico, convocare eventi virtuali e di persona e fornire supporto alla carriera. Viviamo i nostri valori in tutto ciò che facciamo, come il nostro edificio ristrutturato a energia netta zero a Washington, D.C. e il nostro Ethics and Equity Center, che promuove una comunità di geoscienze diversificata e inclusiva per garantire una condotta responsabile. (6)

Riferimenti:

(1) Tropical Expansion Driven by Poleward Advancing Midlatitude Meridional Temperature Gradients

(2) Large Wildfires in the Western United States Exacerbated by Tropospheric Drying Linked to a Multi-Decadal Trend in the Expansion of the Hadley Circulation

(3) Hu Yang

(4) Enhanced Mid-Latitude Tropospheric Warming in Satellite Measurements

(5) Kris Karnauskas

(6) AGU (advance Earth and space science)

Descrizione foto: Una mappa che mostra la posizione tradizionale delle regioni tropicali della Terra. Una nuova ricerca rileva che i tropici si stanno espandendo verso i poli grazie ai cambiamenti causati dall'uomo nell'oceano. - Credit: KVDP via Wikimedia Commons / CC BY-SA 3.0.

Autore traduzione riassuntiva e adattamento linguistico: Edoardo Capuano / Articolo originale: The tropics are expanding, and climate change is the primary culprit

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare se sei un lettore o un robot.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.