UEG Week 2019: farmaci che alterano il microbioma intestinale


UEG Week 2019: Farmaci che alterano il microbioma intestinale

Un nuovo studio presentato al UEG Week 2019 ha rilevato che 18 categorie di farmaci comunemente usate influenzano ampiamente la struttura tassonomica e il potenziale metabolico del microbioma intestinale. Sono state inoltre trovate otto diverse categorie di farmaci che hanno aumentato i meccanismi di resistenza antimicrobica nei partecipanti allo studio.

I ricercatori del University Medical Center Groningen e del Maastricht University Medical Center hanno esaminato 41 categorie di farmaci comunemente usati e valutato 1883 campioni fecali da una cerchia basata su una popolazione di pazienti con IBD (malattie infiammatorie intestinali) e pazienti con IBS (sindrome dell'intestino irritabile) mescolati con controlli sani. I ricercatori hanno confrontato i profili delle funzioni tassonomiche e metaboliche dei tossicodipendenti con i non tossicodipendenti, osservando l'effetto dell'uso di singoli farmaci e quindi l'uso combinato di farmaci. I cambiamenti osservati potrebbero aumentare il rischio di infezioni intestinali, obesità e altre gravi condizioni e disturbi legati al microbioma intestinale.

Il microbiota intestinale è la popolazione di microbi che vive nell'intestino. Contiene decine di trilioni di microrganismi, tra cui almeno 1000 diverse specie di batteri noti. La popolazione di microbiota dell'intestino umano è influenzata da una serie di diversi fattori, tra cui i farmaci. Il microbioma ha ricevuto una crescente attenzione negli ultimi 15 anni con numerosi studi che hanno riportato cambiamenti nel microbiota intestinale durante non solo obesità, diabete e malattie del fegato, ma anche cancro e malattie neurodegenerative.

Le categorie di farmaci che hanno riscontrato il maggiore impatto sul microbioma includono:

  • Inibitori della pompa protonica (IPP): usati per trattare la dispepsia che colpisce tra l'11% e il 24% della popolazione europea. Gli IPP sono anche usati per trattare l'ulcera peptica, l'eradicazione da H. Pylori, il reflusso gastrointestinale e l'esofago di Barrett;
  • Metformina: usata come trattamento per il diabete di tipo 2, che colpisce il 10% degli adulti europei;
  • Antibiotici: usati per trattare le infezioni batteriche, assunti ogni anno dal 34% della popolazione europea;
  • Lassativi: usati per trattare e prevenire la costipazione, che colpiscono il 17% degli adulti europei.

Il microbiota intestinale degli utenti di PPI ha mostrato un aumento dell'abbondanza di batteri del tratto gastrointestinale superiore e una maggiore produzione di acidi grassi, mentre gli utenti di metformina avevano livelli più elevati di batteri potenzialmente dannosi Escherichia coli (E. coli).

I ricercatori hanno anche scoperto che altre sette categorie di farmaci erano associate a cambiamenti significativi nelle popolazioni batteriche nell'intestino. L'uso di alcuni antidepressivi (chiamati SSRI) da parte di quelli con IBS (sindrome dell'intestino irritabile) era associato con l'abbondanza delle specie batteriche potenzialmente dannose Eubacterium ramulus. L'uso di steroidi per via orale è stato associato ad alti livelli di batteri metanogeni che sono stati associati all'obesità e ad un aumento dell'IMC (indice di massa corporea).

Commentando, il ricercatore capo Arnau Vich Vila ha dichiarato: "Sappiamo già che l'efficienza e la tossicità di alcuni farmaci sono influenzate dalla composizione batterica del tratto gastrointestinale e che il microbiota intestinale è stato correlato a molteplici condizioni di salute; pertanto, è cruciale per capire quali sono le conseguenze dell'uso di farmaci nel microbioma intestinale. Il nostro lavoro evidenzia l'importanza di considerare il ruolo del microbiota intestinale nella progettazione dei trattamenti e indica anche nuove ipotesi che potrebbero spiegare alcuni effetti collaterali associati all'uso di farmaci."

Ulteriori INFORMAZIONI

Per ulteriori informazioni o per organizzare un colloquio con Arnau Vich Vila, contattare Luke Paskins al numero +44 (0) 1444 811099 o media@ueg.eu

Chiediamo gentilmente che un riferimento a UEG Week 2019 sia incluso quando si comunicano informazioni all'interno di questo comunicato stampa.

Informazioni su Arnau Vich Vila

Arnau Vich Vila è un biologo computazionale specializzato nello studio del microbiota intestinale umano. Attualmente sta completando il suo dottorato di ricerca sotto la supervisione del professor Rinse K. Weersma presso il dipartimento di Gastroenterologia ed Epatologia del Centro medico universitario di Groningen. La sua ricerca si concentra sul ruolo del microbiota intestinale nelle malattie gastrointestinali e sull'impatto dei fattori ambientali sull'ecosistema intestinale. Negli ultimi anni ha pubblicato studi che descrivono le firme microbiche nei pazienti con malattia infiammatoria intestinale e sindrome dell'intestino irritabile e identificando l'effetto degli inibitori della pompa protonica sul microbiota intestinale.

A proposito della settimana UEG

La settimana UEG è il più grande e prestigioso incontro di gastroenterologia in Europa e si è sviluppato in un congresso globale. Attira oltre 14.000 partecipanti ogni anno, da oltre 120 paesi, e il numero è in costante aumento. La settimana UEG offre agli scienziati di base e clinici di tutto il mondo un forum per presentare le loro ultime ricerche sulle malattie dell'apparato digerente e del fegato e offre anche un corso post-laurea di due giorni che riunisce i migliori docenti nei loro campi per un weekend di apprendimento interattivo.

Per far avanzare gli standard di cura e conoscenza gastroenterologica in tutto il mondo e ridurre il carico di malattie digestive, UEG offre numerose attività e iniziative, tra cui:

  • Settimana UEG, il più grande congresso del suo genere in Europa, e uno dei due più grandi al mondo
  • UEG Education, la fonte universale di conoscenza in gastroenterologia, offre corsi online e di classe, una vasta biblioteca online e offre le ultime notizie sulle IG, favorendo il dibattito e la discussione
  • Attività Sovvenzioni, promozione e finanziamento di progetti educativi nel campo della salute dell'apparato digerente per far avanzare e armonizzare la formazione e la formazione continua dei professionisti
  • UEG Journal, che copre gli studi traslazionali e clinici di tutte le aree della gastroenterologia
  • Affari pubblici, promozione della ricerca, prevenzione, diagnosi precoce e cura delle malattie dell'apparato digerente e aiuto allo sviluppo di un'efficace politica sanitaria per l'Europa
  • Qualità delle cure, linee guida di pratica clinica con base europea e inglese, standard clinici, consenso, documenti di posizione e protocolli standard nel campo della salute dell'apparato digerente, sono disponibili nel repository.

Scopri di più sul lavoro di UEG visitando www.ueg.eu o contatta:

Luke Paskins al numero telefonico +44 (0)1444 811099, E-mail: media@ueg.eu

Referenze

  1. Vich Vila, A. et al., 2019. Impatto di 41 farmaci comunemente usati sulla composizione, sulla funzione metabolica e sul resistoma del microbioma intestinale. Presentato alla UEG Week di Barcellona il 20 ottobre 2019.
  2. Cani PD., Microbioma dell'intestino umano: speranze, minacce e promesse Gut 2018. (1)
  3. World Journal of Gastroenterology. 2006. Epidemiologia della dispepsia funzionale: una prospettiva globale. (2)
  4. Diabete OMS Europa (2019): dati e statistiche del 2016. (3)
  5. Eurobarometro speciale 445: resistenza antimicrobica. Commissione europea; Bruxelles, Belgio.
  6. Peppas, George, et al., 2008. "Epidemiologia della costipazione in Europa e Oceania: una revisione sistematica". Gastroenterologia BMC 8.1: 5. (4)

Riferimenti:

(1) Human gut microbiome: hopes, threats and promises

(2) Epidemiology of functional dyspepsia: A global perspective

(3) Diabetes - Data and statistics

(4) Epidemiology of constipation in Europe and Oceania: a systematic review

Descrizione foto: le categorie di farmaci che hanno riscontrato al UEG Week 2019 il maggiore impatto sul microbioma includono inibitori della pompa protonica (PPI), metformina, antibiotici e lassativi. - Credit: UEG.

Autore traduzione riassuntiva e adattamento linguistico: Edoardo Capuano / Articolo originale: Half of all commonly used drugs profoundly affecting the gut microbiome, warn experts

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare se sei un lettore o un robot.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.