Bruno Chastonay: ARGOMENTI economici del 2021


Bruno Chastonay ARGOMENTI economici del 2021

Con il nuovo ANNO 2021 tutti noi ci aspettiamo grandi RESET economici e una rinascita da questo periodo molto duro, difficile caratterizzato da grandi cambiamenti di attitudini di vita.

Un periodo scombussolato dall’arrivo del VIRUS, in un mondo economico globale già in grande affanno, e con i Governi e Banche Centrali con sempre meno munizioni a combattere il rallentamento e il degrado in atto. Un accelerazione delle situazioni sempre presenti e irrisolte a livello globale. Un lunga lista di situazioni, argomenti, cambiamenti, che nessuno ha voluto o potuto risolvere, e ora, con le condizioni createsi dalle chiusure di ampi settori commerciali, le cose non possono che essere altamente deteriorate.

  • DE-DOLLARIZZAZIONE, SISTEMA MONETARIO, INTERVENTI
  • CRIPTO VALUTE E BLOCKCHAIN, FINTECH
  • STATALIZZAZIONE E POST-COVID, VACCINO
  • DEBITI, RIENTRO, DISOCCUPAZIONE, PENSIONI, NATALITÀ
  • GUERRA COMMERCIALE / FINANZIARIA
  • GOVERNO MONDIALE – GREAT RESET
  • IMMIGRAZIONE, POVERTÀ, ESODI
  • SOCIAL MEDIA, SICUREZZA, FAKE NEWS
  • MINACCIA CLIMATICA, GREEN, ELETTRICO, 5G, IDROGENO
  • LIBERTÀ, e DITTATURA “DEMOCRATICA”
  • SORPASSO DELLA CINA SUGLI USA E CRISI EU
  • MALATTIE SOCIALI, invecchiamento popolazione, istruzione, standard vita
  • FISCALITÀ, PASSAPORTO COVID, GUERRA CONTANTE
  • GEOPOLITICA, NUOVE ALLEANZE, FUSIONI, IPO, M&A, BUYBACK, DIVIDENDI, EMISSIONI, DEBITI

Unico fattore molto positivo è che tutto questo è oramai largamente conosciuto, con una elevata voglia di OTTIMISMO, fatto di speranze, aspettative, che non possono che farci guardare avanti, al periodo POST-COVID, con le vaccinazioni di massa, a ridurre l’incidenza della pandemia, e quindi a riprendere in mano la vita sociale.

Per i mercati finanziari sempre una grande abbuffata di LIQUIDITÀ, di acquisti di ASSETS da parte delle Banche Centrali, a sostenere le grandi multinazionali, le grandi istituzioni, “garanti dei posti lavoro”, nel too-big-to-fail.

A questo si aggiungono le necessità di unire le forze, di trovare nuovi sbocchi, nuovi mercati, e quindi con una accelerazione delle FUSIONI, ACQUISIZIONI, ALLEANZE, BUYBACK, EMISSIONI, AUCAP, a raccogliere capitali (prima che il costo di finanziamento diventi proibitivo).

Una manna il 2020 e 2021 per i FONDI di investimento, pensione, per le CORPORATE, a dare ancora maggiore ricchezza ai grandi ricchi. Questo grazie ad una gestione della liquidità ricevuta a costo zero, o addirittura a premio, dai TASSI NEGATIVI, e con il taglio dei salari dei dipendenti, delle acquisizioni finanziate dai Governi, e con una maggiore VOLATILITÀ “controllata” su vari settori e prodotti finanziari a premiare i grandi speculatori che controllano il mercato.

Una cosa mi sembra chiara: non sono i mercati finanziari ad essere al rialzo, ma è il CASH, che si sta svalutando, a spingere al rialzo tutti i valori REALI. Quindi TITOLI, IMMOBILI, METALLI e PREZIOSI.

Sono anni che si parla di insorgenza dell’INFLAZIONE, ma al momento restiamo in DEFLAZIONE, con continua perdita del POTERE DI ACQUISTO. I costi fissi, con assicurazione malattia, auto, trasporti pubblici, fisco, affitto, nella loro migliore ipotesi, restano invariati, nonostante il rallentamento economico in atto da anni.

Il “cruccio” dei DEBITI, societari, governativi, continua con nuovi record massimi, nel disinteresse generale, e incuranti della loro SOLVIBILITÀ. Gli acquisti da parte delle Banche Centrali, proseguono ad oltranza, come pure l’emissione di debiti, senza delle coperture reali, e senza vedere come e quando tutto questo avrà termine.

Una riflessione la possiamo fare sulle CRIPTO VALUTE. Partite in sordina, con nessuno a credere in questo nuovo “oggetto”, senza valore di riferimento, senza garanzie, e di scarsa utilità per i privati cittadini. Oggetto utilizzato primariamente in quanto “fuori dal circuito bancario e governativo”, come mezzo alternativo di pagamento. Una valuta virtuale da utilizzare per i pagamenti, in un mondo già sovraffollato di carte di credito, di debito, di mezzi di pagamento on-line, che a prima vista sarebbero in concorrenza, a dare segnali di inutilità di nuovi arrivi.

Poi una domanda cruciale: con l’arrivo in tempi stretti delle valute virtuali emesse e super garantite dalle varie Banche Centrali mondiali, che succederà alle oltre 120 principali cripto valute?

Di fatto è che al momento sono diventate una nuova ASSET CLASS, attirando i grandi investitori, fondi investimento, banche, che aprono sempre più le loro porte al loro utilizzo, amplificandone il valore e la volatilità delle stesse, in mercati molto ristretti e pilotati da pochi players. Il suo futuro successo porterà ad un maggiore controllo sulla detenzione finanziaria dei singoli, del suo utilizzo, e un maggiore impatto sulla “guerra al contante” in atto.

Con la grande necessità di RENDIMENTO si esasperano gli investimenti alternativi, emergenti, e si spinge la speculazione. Questo per gli investitori, oramai largamente tutti inglobati nei vari FONDI di investimento. A livello di multinazionali, quindi di Governi, aumenta la GUERRA COMMERCIALE, FINANZIARIA, con l’utilizzo di leggi, imposizioni, dazi, sanzioni, e nuovi accordi commerciali. Guerra sul petrolio, sull’acciaio e ora tra produttori e compratori sul cacao, oltre alla tecnologia tra USA e CINA, per il controllo della telefonia 5G, per l’auto elettrica, per le forniture di GAS tra USA e URSS.

Tramite gli investimenti e acquisizioni, a prendere maggiori controlli sulle materie prime, sui produttori, come per le terre rare in mano ai cinesi. Grazie alla POLITICA, nuove alleanze, in cerca di rafforzare l’egemonia, la presenza e l’immagine, a fronte di una accresciuta necessità di espansione, di nuove conquiste. E come in tutte le guerre, sappiamo chi sono i vincitori, e non ci preoccupiamo dei perdenti, che sono e restano gli immigrati in cerca di fortuna, i nuovi schiavi destinati a lavorare per pochi soldi, ma anche molti di noi, costretti a lavorare il doppio per avere lo stesso.

Tutti sempre più imbrigliati nel controllo sovra nazionale, senza poter più usare i contanti, tutti schedati e monitorati, e con il passaporto-covid obbligatorio per potersi muovere. Tutti inseriti nei social network, nel nuovo mondo tecnologico e mediatico, gestiti e amministrati dalla sicurezza informatica, dai robot, dal fintech, in un mondo eterogeneo, senza diversificazione, manipolato dai media.

Dare IMPORTANZA alle cose che si vogliono visualizzare, il resto non importa, diventa negletto e futile. Un grande esempio il FATTORE DEBITI, in grande crescita e senza vie d’uscita, argomento degli scorsi anni, e di nessun interesse per i mercati finanziari, e neppure dei Governi, attualmente. Se ne parla solo per ottenerne di più, di mezzi da investire, spendere. Alla loro “gestione” ci penseranno i posteri.

In conclusione, tutto resta come tale, con un OTTIMISMO record generale nei mercati finanziari, senza interesse alcuno per i DATI fondamentali, in cerca di RENDIMENTO, con grandi ASPETTATIVE, SPERANZE, e grazie alle GARANZIE da parte delle Banche Centrali e Governi con i loro INTERVENTI. Poi il GRANDE RESET arriverà, ma resta ancora lontano.

Di sicuro, siamo tutti con le orecchie a sventola e con maggiore voglia di comunicare.

Autore: Dr. Bruno Chastonay

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare se sei un lettore o un robot.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.