Lavarsi le mani previene le infezioni

Con le mani ci si mette di continuo in contatto con il mondo esterno ricco di germi e batteri responsabili anche di gravi infezioni

L'igiene delle mani è peculiare per la prevenzione dalle infezioni.

Le linee guide da seguire parlano chiaro: lavare con cura le mani più volte al giorno significa salvaguardare la propria salute. Con le mani ci si mette di continuo in contatto con il mondo esterno ricco di germi e batteri responsabili anche di gravi patologie.

Quando sono sporche le mani vanno di sicuro lavate, ma non solo: quando si entra in casa vanno assolutamente lavate, prima di toccare qualsiasi cosa situata all'interno della propria abitazione. Anche prima di consumare ogni pasto bisogna lavarsi le mani. Dopo essersi soffiati il naso possiamo diventare veicolo di contagio e quindi lavarsi le mani significa rispetta la salute di chi verrà a contatto con noi.

Con lo scopo di allontanare il pericolo di contaminarsi, quando si frequentano posti affollati non ci si deve dimenticare di lavarsi le mani. I posti più soggetti a contaminazione sono: metropolitane, stazioni, bar, aeroporti, supermercati (attenzione al manico del carrello della spesa!) e i bagni pubblici. Bisogna stare attenti anche agli animali: dopo aver accarezzato gatti, cani e altri animali è utile provvedere alla pulizia delle nostre mani. Prima di procedere nel curare una ferita le mani devono essere accuratamente lavate.

Come si fa a lavarsi le mani?

Sembra una cosa facile ma non è proprio così! Molti si limitano a sciacquarsi le mani con l'acqua pensando di aver fatto cosa giusta.

Una pulizia accurata delle mani si fa con il sapone. Inoltre, prima di procedere, sarebbe meglio togliersi l'orologio, gli anelli, il bracciali, in maniera da poter raggiungere anche tutte le aree nascoste e quindi ottenere una capillare pulizia. Anche la scelta del sapone è importante: la saponetta può essere contaminata dai germi. Ci sarà sicuramente capitato di andare in un locale pubblico e vedere una saponetta sporca. Per cui il sapone da usare è possibilmente quello liquido.

Poi, attenzione all'acqua! Essa dovrebbe essere calda, in quanto alcuni batteri muoiono se a contatto con il calore.

Per ottenere un lavaggio efficace bisogna insaponarsi le mani e strofinare con cura anche il palmo e il dorso, i polsi, le dita e la pelle situata sotto le unghie. Qualcuno penserà: ma così facendo quanto ci metterò a lavarmi le mani? Poco più di 20 secondi. Per finire, le mani si dovrebbe risciacquare con acqua abbondante ed asciugate con accuratezza.

Non ci si deve asciugare le mani pulite in un un asciugamano sporco, come di sovente capita di trovare negli esercizi pubblici. In tal caso usare i distributori automatici di aria calda e, in mancanza di essi, delle salviettine di carta usa e getta.

Foto di pixabay.com / Fonte: tantasalute.it

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare se sei un lettore o un robot.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.