Manipolazioni

Il cervello globalizzato

La globalizzazione della menteIl pensiero globale mi ha sempre destato qualche dubbio. Globalizzare e unificare mi suona tanto come omologare e massificare, parole che non risuonano molto bene con quello in cui credo. Ogni giorno assistiamo ad appelli al dialogo, vani tentativi di pacificare situazioni e aree geografiche portando la nostra democrazia con gli zaini pieni di bombe.

Oggi è chiaro il messaggio: fratello devi adeguarti, altrimenti per te ci sarà solo alienazione e tristezza! I padroni cercano di unificare l’economia, cercano di disumanizzare l’uomo attraverso l’uso indiscriminato della tecnologia, con l’unico scopo di controllare le nostre menti. Si perché una mente globale, alla quale ogni uomo in futuro potrà collegarsi, magari in modo neurale per scaricare dati, per prenotare una bella vacanza, fare la spesa, è un’idea allettante per molti uomini del pianeta. Il solo pensiero della comunicazione istantanea, che internet ha contribuito a creare è di per se un’idea geniale.

Peccato che gli strumenti che utilizziamo (che in quanto tali non hanno in se alcun potere) non sono più al servizio dell’uomo per garantire una maggiore autonomia e pace mentale, servono proprio per raggiungere l’obiettivo opposto: renderci schiavi delle macchine. Perché una macchina in quanto entità priva di anima (come molti zombie che ci vagano accanto quotidianamente) non ha bisogno di libero arbitrio o coscienza, può esercitare il suo potenziale decisionale a prescindere dagli effetti che le decisioni stesse potranno provocare. Una mente globale fatta di tante piccole cellule collegate che la nutrono in modo subdolo e inconscio, può sostituire anche l’idea di un Dio al di sopra di tutto questo.

Negli Stati Uniti è in vigore la Legge Marziale

Barack ObamaPer coloro che non sono ancora convinti che ci troviamo alla vigilia di un evento di portata globale, il sito ufficiale della Casa Bianca pubblica al link WhiteHouse.gov alla data di Venerdì 16 marzo 2012 un Ordine Esecutivo del Presidente, denominato Preparazione Nazionale Risorse per la Difesa. Tale ordine istituisce di fatto la legge marziale in tempo di pace sul territorio degli Stati Uniti. Vediamo cosa significa in questo articolo di cui riportiamo link e contenuti.

Questo ordine esecutivo è un progetto di legge marziale in tempo di pace e dà al Presidente il potere di prelevare qualsiasi cosa ritenuta necessaria per “difesa nazionale”, qualunque cosa decidono che lo sia. E ‘tempo di pace, perché, come il titolo dell’ordine, dice, è per “preparazione”.
Una copia di tutto l’ordine segue la fine di questo articolo.

In base a tale fine i capi di gabinetto queste posizioni di livello, Agricoltura, Energia, Salute e dei Servizi Sociali, Trasporti, Difesa e del Commercio possono prendere il cibo, bestiame, fertilizzanti, macchine agricole, tutte le forme di energia, risorse idriche, tutte le forme di trasporto civile ( il che significa tutti i veicoli, barche, aerei), e qualsiasi altro materiale, compresi i materiali da costruzione da qualunque parte esse sono disponibili. Questo è probabilmente perché il governo ha visitato aziende con dispositivi GPS, in modo da sapere esattamente dove andare quando si attiva questa via.

L’Iran potrebbe aver già testato la bomba nucleare in Nord Corea

Mahmud AhmadinedschadIn un reportage un alto esponente della difesa tedesca ha detto che l’Iran può essere notevolmente più avanti nel suo programma di armamento nucleare di quanto finora rivelato dagli accertamenti informativi pubblici.

Hans Rühle, che ha diretto il settore progettazione del Ministero della Difesa tedesco dal 1982 al 1988, ha sostenuto che l’Iran potrebbe aver partecipato nel 2010 all’esplosione sperimentale in Nord Corea di una bomba nucleare all’uranio.

L’articolo, apparso sul sito del quotidiano tedesco “Die Welt”, ha affermato che molti servizi segreti credono nel fatto che almeno uno dei due test nucleari avvenuti in Corea del Nord nel 2010 fosse relativo a un’arma atomica iraniana.

Rühle ha scritto che alcuni servizi informativi credono che la Nord Corea abbia utilizzato la sua competenza nelle armi nucleari per collaudare un’arma di distruzione di massa per conto dell’Iran.

Rühle, molto stimato in Germania tra i funzionari di difesa e sicurezza, ha detto che “l’esercito iraniano è stato in grado nel 2010 di collaudare una testata nucleare in Corea del Nord. Quindi non è sorprendente che alcuni servizi di intelligence siano ora del parere che la Nord Corea nel 2010 eseguì effettivamente almeno un test nucleare per l’Iran.”

Pagine