I Rover della NASA sono veramente su Marte?


I Rover della NASA sono veramente su Marte?

C’è un numero crescente di persone che credono che i rover della NASA, non hanno mai lasciato la Terra. In primo luogo, le immagini che stanno presumibilmente inviando da Marte, sono prese in zone remote del nostro pianeta.

Che la NASA ci racconta menzogne da moltissimi anni, questo ormai è risaputo, ma questa notizia che gira sul web, se è reale, sarebbe veramente una bomba a livello mediatico.

Ma se i rover della NASA non sono su Marte, allora dove sono esattamente?

Prima di tutto, l’evidenza suggerisce che le immagini che vediamo sul sito web della NASA, non sono nemmeno registrate dai rover Curiosity e Opportunity.

E molto probabile che, ormai, i due rover sono detenuti in un hangar, in qualche luogo presso la sede della NASA JPL, e sono stati sostituiti dai loro fratellini più piccoli e più pratici.

Uno dei noti luoghi in cui la NASA sta creando i suoi FAKE con questi piccoli rover, è la zona di Devon Island, Canada. (Vale la pena notare che Devon Island è “la più grande isola disabitata sulla Terra”, che sembra una posizione abbastanza buona per creare un falso servizio fotografico di Marte).

Ma la NASA allora sta falsificando una parte o tutte le missioni su Marte, per nascondere qualcosa di grosso all’Umanità, forse qualcosa di “alieno!”, oppure è solo errore di nostra valutazione?

Basta dare un’occhiata a queste immagini registrate nel video di seguito, per rendersi conto di ciò che la Nasa sta facendo dietro le quinte….

Autore: Miguel Hernandez Jr. (Mexico) / Fonte: segnidalcielo.it

Commenti

Ritratto di Anonimo

Anonimo

Peccato che la terrestre Devon island è completamente mappata e nessun area, collina o monte, corrisponde in minima parte a quelle fotografate nelle migliaia di foto di Curiosity, Spirit, Opportunity. Piuttosto la superficie di Marte è completamente mappata da quasi 20 anni dai vari satelliti in orbita attorno a Marte, ed ogni formazione geologica, singolo cratere, colle, montagna, Corrisponde esattamente a quelli fotografati dai rover. La NASA ha SEMPRE testato i propri rover nelle aeree più impervie del pianeta, e più simili a Marte, LOGICAMENTE, e non l ha mai nascosto, ci sono decine di foto e video della stessa Nasa. Del resto era prevedibile già da anni che i più scettici (la parola esatta sarebbe ignoranti) avrebbero dubitato dei rover su Marte come hanno fatto per gli atterraggi sulla Luna, e cosi' faranno pure per le missioni future. Interessante anche notare che storielle come le scie chimiche sono state fatte girare da persone che non si intendono ne di chimica ne di meteorologia, e storielle come queste per smentire gli atterraggi sulla Luna e su Marte vengono diffuse da persone che non si intendono ne di astronomia ne di geologia. Purtroppo è attitudine moderna (degli ignoranti) credere ciecamente in complotti segreti, ufo, alieni e non credere nella scienza e nelle reali possibilità umane dopo decenni di studi, passioni, ingegni e duro lavoro.

Ritratto di Anonimo

Anonimo

"Articolo" (tra molte virgolette) di un'ignoranza sconvolgente. I complottisti sono persone malate che vedono complotti ovunque. Probabilmente vedono complotti anche quando vanno in bagno e tirano lo sciacquone. Dai, lasciate perdere. Ogni volta che parlate dimostrate a chi se ne intende davvero quanto ridicoli siete.Salutatemi le scie comiche.

Dani (non verificato)

Personalmente non ho problemi ad accettare che dei rover siano effettivamente atterrati su Marte. Se pensiamo che Voyager 1 e Voyager 2 sono ormai oltre il sistema solare... Il vero problema che è la vera prova a favore o contro le missioni lunari Apollo, è quello che tutti i sostenitori di tali missioni, stranamente non menzionano mai, come se il vero insormontabile problema non esistesse affatto: "l'elevata radioattività che permea lo spazio, ovunque, compresa la nostra Luna". Forse perché essi stessi ignorano (mentre bollano come ignoranti tutti gli altri) la più elementare e ovvia caratteristica fisica dello spazio cosmico: l'essere caratterizzato da elevatissima radioattività mortale! Radioattività così intensa da non poter essere sufficientemente schermata con le le tutte spaziali degli astronauti e le strutture dei moduli come il LEM che gli stessi ingegneri della NASA dichiarano erano costruiti (per garantirne la leggerezza) con pannelli di alluminio di soli 3 mm di spessore!

La radioattività oltre l'orbita bassa, compresa la Luna, è così elevata che richiederebbe moduli con equipaggio umano provvisti di schermature (d'acqua o piombo), con spessore tra gli 1,5 e i 5 mt. Moduli talmente pesanti che è impossibile costruire e lanciare in orbita. Quindi, tutti i forbiti e strenui difensori delle missioni lunari, se ignorano il vero ostacolo insuperato (la radioattività elevatissima che permea lo spazio compresa la nostra Luna), che dimostra l'impossibilità di tali presunte missioni, evidentemente sono non meno ignoranti (anzi, gravemente molto più ignoranti) di coloro che essi stessi definiscono ignoranti e meritevoli assistenza di ottimi psicologi. I forbiti che prendono per idioti tutti coloro che dubitano delle missioni sulla Luna (e presunte future su Marte), mentre bollano come ignoranti tutti i dubbiosi, dovrebbero spiegare come sia stato possibile mandare equipaggi sulla Luna già nel 1969, quando ancora oggi nessun equipaggio umano è mai andato oltre l'orbita bassa!

Affermazione non mia ma candidamente esternata da diversi astronauti molto noti, come l'italiana Cristofoletti ed altri.

Samantha Cristoforetti ammette mai andati oltre orbita bassa

Se nessun equipaggio è mai andato oltre l'orbita bassa, vuol dire che mai nessuno è andato sulla Luna! E perché nessun equipaggio è mai andato oltre l'orbita bassa? Proprio a causa dell'elevatissima radioattività che permea lo spazio al di fuori della bolla protettiva creata dal campo magnetico che avvolge e protegge il nostro pianeta. Ecco perché l'ISS e le orbite di molti satelliti e tutte le missioni con equipaggio umano avvengono in orbita bassa, perché si trovano all'interno dello scudo protettivo che respinge gran parte dei raggi solari mortali (radioattività). E sempre a causa dell'insuperabile problema della radioattività, la NASA (vettore Orion), ESA e tutte le altre agenzie spaziali, devono ancora capire in futuro se e come superare in sicurezza le pericolosissime fasce di Van Allen (senza considerare che oltre le stesse comunque i livelli radioattivi nello spazio sono mortali).

Questo lo sanno bene! Ma se nel 1969 l'uomo è andato sulla Luna, tutti questi problemi non dovrebbero essere già stati superati? A meno che non ci sia mai andato nessuno. A parte nei filmati e nelle fotografie ufficiali create ad arte! E il silenzio dell'URSS?

Possibile una bufala così enorme da parte degli USA, e i russi zitti? Hai russi non fregava niente che gli USA spendessero miliardi di dollari per una finzione ben costruita! Anzi, ai russi poteva fare molto comodo! A loro non importava che il mondo intero fosse ingannato dagli USA, intanto tutto ciò distraeva enormi risorse economiche degli USA che non venivano spese per la corsa agli armamenti, e nel mentre l'URSS concentrava le proprie non infinite risorse più concretamente in armamenti sulla terra! Contrastando il nemico mortale impegnato a profusione a progettare impossibili missioni lunari, a causa della radioattività elevatissima che permea lo spazio.

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare se sei un lettore o un robot.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.