Malattia delle banane potenziata dai cambiamenti climatici

Malattia delle banane potenziata dai cambiamenti climatici

Nuove ricerche hanno dimostrato che i cambiamenti climatici hanno aumentato il rischio di propagazione per una malattia fungina che devasta le colture di banane.

Il nuovo studio, dell'Università di Exeter, pubblicato sulla rivista Philosophical Transactions (1) della Royal Society B, afferma che le modifiche all'umidità e alle condizioni termiche hanno aumentato il rischio di Black Sigatoka (2) di oltre il 44 per cento in queste aree a partire dagli anni '60. Il commercio internazionale e l'aumento della produzione di banane hanno anche aiutato la diffusione del Sigatoka nero, una malattia che può ridurre i frutti prodotti dalle piante infette fino all'80 per cento.

Il dottor Daniel Bebber, (3) dell'Università di Exeter, spiega: “Black Sigatoka è causato dal fungo Pseudocercospora fijiensis il cui ciclo vitale è fortemente determinato dal clima e dal microclima. Questa ricerca dimostra che il cambiamento climatico ha reso le temperature migliori per la germinazione e la crescita delle spore e ha reso più umidi i bacini colturali, aumentando il rischio di infezione da Sigatoka nero in molte aree dell'America Latina coltivate a banane. Nonostante l'aumento generale del rischio di Black Sigatoka nelle aree esaminate, condizioni più secche in alcune parti del Messico e dell'America centrale hanno ridotto il rischio di infezione.”

Lo studio ha combinato dati sperimentali sulle infezioni di Black Sigatoka con informazioni climatiche dettagliate negli ultimi 60 anni.

Black Sigatoka, che è virulento contro una vasta gamma di piante di banane, è stato segnalato per la prima volta in Honduras nel 1972.

Si è diffuso in tutta la regione per raggiungere il Brasile nel 1998 e le isole caraibiche di Martinica, Santa Lucia, St Vincent e Grenadine alla fine degli anni 2000. Attualmente la malattia si è propagata fino al nord della Florida.

“Mentre è probabile che il fungo sia stato introdotto in Honduras su piante importate dall'Asia per la ricerca sull'allevamento, i nostri modelli indicano che il cambiamento climatico negli ultimi 60 anni ha esacerbato il suo impatto”, ha affermato il dottor Daniel Bebber.

Il fungo Pseudocercospora fijiensis si diffonde attraverso spore aeree, infettando le foglie di banano e causando lesioni striate e morte cellulare quando le tossine fungine sono esposte alla luce.

Lo studio non ha tentato di prevedere i potenziali effetti del clima futuro sulla diffusione e l'impatto di Black Sigatoka. Altre ricerche suggeriscono che le tendenze di essiccazione potrebbero ridurre il rischio di malattia, ma ciò ridurrebbe anche la disponibilità di acqua per le stesse piante di banane.

Riferimenti:

(1) Climate change effects on Black Sigatoka disease of banana

(2) Black Sigatoka

(3) Daniel Bebber

Autore traduzione riassuntiva e adattamento linguistico: Edoardo Capuano / Articolo originale: Banana disease boosted by climate change

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare se sei un lettore o un robot.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.