La Danimarca approva la vaccinazione coatta


La Danimarca approva la vaccinazione coatta

Il parlamento della Danimarca ha recentemente approvato all'unanimità una legge di emergenza sul coronavirus che conferisce alle autorità sanitarie il potere di forzare test, cure e quarantena con il sostegno della polizia.

Secondo un articolo riportato dal giornale danese The Local, la nuova legge, di vasta portata, rimarrà in vigore fino a fine marzo 2021. «Mi ha emozionato quando ho visto tutto il parlamento alzarsi e votare per questo. È tempo di mettere da parte la politica di partito e stare insieme per fare ciò che serve per portare la Danimarca in sicurezza attraverso queste nuove normative», ha detto il ministro della Sanità Magnus Heunicke all'emittente danese DR dopo l'approvazione della legge.

Jens Elo Rytter, professore di giurisprudenza all'Università di Copenaghen, ha affermato: «è certamente la misura più estrema dalla seconda guerra mondiale», ha dichiarato al quotidiano Jyllands-Posten. «In passato si sono palesati alcuni eventi terroristici, ma questa situazione pandemica va oltre.»

Trine Maria Ilsøe, corrispondente del tribunale della Repubblica Democratica del Congo, ha affermato che i cittadini danesi potrebbero essere perseguiti ai sensi della nuova legge se si rifiutassero di soddisfare le richieste delle autorità sanitarie. «Significa che potresti essere condannato a una punizione se, ad esempio, ti rifiuti di permetterti di essere testato per il coronavirus», ha detto.

Il Ministero della Salute lavorerà ora con il Ministero della Giustizia sui dettagli di come la polizia lavorerà con i funzionari sanitari per far rispettare le loro richieste. Oltre a far rispettare le misure di quarantena, la legge consente anche alle autorità di forzare la vaccinazione delle persone, anche se al momento non esiste alcuna vaccinazione per il virus.

Per i disubbidienti (coloro che, ad esempio, si rifiutano di fare il test) la nuova normativa autorizza le autorità a vietar loro l'accesso a istituzioni pubbliche, supermercati e negozi, case di cura e ospedali pubblici e privati, nonché a imporre restrizioni sull'accesso ai trasporti pubblici. Sono previste sanzioni disciplinari come multe e carcere.

Inizialmente, il governo voleva che la legge concedesse alla polizia il diritto di entrare in case private senza un ordine del tribunale in caso di sospetto di infezione da coronavirus. Ma questo è stato abbandonato dopo l'opposizione dei partiti in parlamento.

La sessione parlamentare ha dovuto prendere le dovute precauzioni: solo 95 deputati su 179 erano presenti al voto. I parlamentari si sono tenuti a debita distanza l'uno dall'altro e i deputati hanno votato alzandosi in piedi.

Riferimenti:

Denmark rushes through emergency coronavirus law

In caso di mancato accesso al link originale o di rimozione, l'articolo originale può essere consultato in versione PDF.

Denmark rushes through emergency coronavirus law (PDF)

Autore traduzione riassuntiva e adattamento linguistico: Edoardo Capuano

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare se sei un lettore o un robot.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.