Archive - 2014

Gennaio 2nd

A Tokyo asta record per il tonno rosso, che è stato decimato

Pesca tonniUn noto ristoratore ha pagato 70mila dollari

Il proprietario di un ristorante Sushi, Kiyoshi Kimura, ha pagato 7.360.000 di yen (circa 70mila dollari ) per 230 chili di tonno rosso in occasione della prima asta dell'anno al mercato ittico di Tsukiji a Tokyo, in Giappone, ieri. Solo il 5 percento di quello che ha pagato l'anno precedente, nonostante i segnali sul fatto che la specie è in grave declino. Lo scrive “HuffPost”.

L'offerta vincente da record di Kimura dello scorso anno, che ammontava a 154.400.000 ¥ per 222 chilogrammi di pesce, ha ricevuto lamentele per il fatto che i prezzi erano schizzati più del dovuto, anche per un'asta caratterizzata da sempre da offerte elevate. Kimura aveva anche stabilito il record precedente, sborsando 56.400.000 di yen all'asta 2012.

Resta il fatto, tra l'altro, che i prezzi così elevati non riflettono necessariamente l'elevata qualità del pesce.

“Sono contento perché il prezzo di quest'anno è tornato ad essere ragionevole", ha detto Kimura, la cui Co. Kiyomura controlla la popolare catena di ristoranti Sushi-Zanmai.

Gli ambientalisti sostengono che l'aumento del consumo mondiale di tonno rosso sta portando al suo esaurimento, ma anche che i responsabili della gestione della pesca di questa specie non riescono ad agire responsabile per proteggerlo.

Gennaio 1st

Diventare gradualmente vegetariani con la dieta Flexitarian

BroccoliVorreste diventare vegetariani ma con gradualità e magari perdere peso?

Quello che fa per voi è la dieta Flexitarian, un regime dietetico ideato da una nutrizionista statunitense e diventato famoso grazie a testimonial del calibro di Gwyneth Paltrow; questa dieta di basa su un regime vegetariano flessibile che predilige i vegetali ma non rinuncia del tutto alle proteine animali.

La dieta Flexitarian è stata ideata dalla nutrizionista Dawn Jackson Blatner e si ispira ai principi dell’alimentazione vegetariana ma senza escludere del tutto le proteine di origine animale.

Gli alimenti da privilegiare in questa dieta sono la frutta e la verdura di stagione, possibilmente a chilometro zero, ma anche cereali integrali, come il farro e il kamut, i legumi, la soia e i suoi derivati come il tofu. Via libera anche alla frutta secca, all’olio di semi di lino e a quello extravergine di oliva.

In alcuni giorni a settimana, poi, possono essere consumati alcuni alimenti non vegetali come la carne, il pesce, le uova, il latte e i latticini, con un’unica regola: devono essere esclusivamente biologici. Assolutamente vietati, invece, il pane, la pizza, i dolci e gli alcolici.

Pagine