Archive - Ago 12, 2012

Secondo una ricerca la chemioterapia favorisce i tumori

ChemioterapiaDagli States, Paese all'avanguardia nella ricerca medica e nella cura dei tumori, arriva una scoperta che potrebbe rivoluzionare nel giro di poco tempo il sistema delle cure del cancro.

La chemioterapia usata da decenni per combattere i tumori, in realtà può stimolare, nelle cellule sane circostanti, la secrezione di una proteina che sostiene la crescita e rende 'immune' il tumore a ulteriori trattamenti.

La scoperta, "del tutto inattesa", è stata pubblicata sulla rivista Nature ed è frutto di uno studio statunitense sulle cellule del cancro alla prostata.

Il cibo perfetto è quello crudo

Cibo crudoI cibi crudi sono il cibo perfetto per l’uomo e possono portarlo ad uno stato di salute eccezionale. Mantengono il corpo pulito e libero da ingorghi. Solo i cibi crudi hanno la forza vitale e gli enzimi, che sono molto importanti per la nostra salute più delle vitamine, minerali e aminoacidi. Le vitamine, minerali e aminoacidi possono mantenerci in vita, ma la forza vitale e gli enzimi ci permette una vita radiosa.

Possiamo mangiare cibi privi di forza vitale o di enzimi e ottenere ugualmente minerali e proteine, ma non possiamo mangiare cibi con forza vitale e enzimi e non ottenere pure vitamine, minerali e proteine.

Alexis Carrel del Rockefeller Institute e Premio Nobel fu in grado di mantenere in vita per un tempo indefinito cellule di tessuti semplicemente fornendo ad esse il nutrimento e ripulendo dalle loro escrezioni tali tessuti. Le cellule crescevano e prosperavano fintanto che le loro evacuazioni venivano rimosse. Condizioni non igieniche procuravano una minore vitalità, deterioramento e morte. Carrel mantenne in vita un cuore di pollo per 29 anni, e cioè fino a quando quando qualcuno si dimenticò di eliminare le sue escrezioni!

Lo stesso vale per il corpo umano. Se non viene mantenuto pulito internamente, ha luogo una progressiva occlusione, il sangue diventa impuro e il risultato è una diminuita vitalità, malattia e un sistema immunitario a pezzi che alla fine porterà alla cosiddetta morte.