Archive - Lug 2012

Luglio 26th

L'Italia è invasa e devastata dai petrolieri con il benestare del governo

Italia svendutaConcessioni di estrazione al 7 % di royalties contro l’80% di Norvegia e Libia, permettono una pacchia per i petrolieri d’assalto in Italia.

Siamo in un paese di bengodi in cui mancano controlli da parte dello Stato e dove nessuno paga mai i danni ambientali. Perforare ed estrarre in un mare chiuso significa mettere a rischio l’intero Mediterraneo, la nostra nazione.

La possibilità di perforare a 5 miglia dalla costa rende l’eventualità di un disatro ambientale una terribile minaccia incombente. Tutto ciò anche a seguito della depenalizzazione dovuta ad una legge oscena del governo Berlusconi.

Gli Usa hanno il petrolio che affiora in Texas ma lo conservano come scorta strategica. L’Italia dei Berlusconi e dei Bersani vuole invece la privatizzazione di ogni nostro bene in nome del libero mercato. Con buona pace di ogni anelito di sovranità nazionale. E il WTO se la ride.

Luglio 25th

Draghi conferma che lo scopo della Bce è la stabilità finanziaria e non di salvare gli Stati

Mario DraghiIn un'intervista al quotidiano francese Le Monde, il numero uno della Banca centrale europea ha parlato a 360 gradi dei problemi dell'Ue, la cui unione monetaria "non è a rischio esplosione"

”Il nostro mandato non è di risolvere i problemi finanziari degli Stati, ma di garantire la stabilità dei prezzi e mantenere la stabilità del sistema finanziario in tutta indipendenza”.

Parola del presidente Bce, Mario Draghi, che in un’intervista a Le Monde ha parlato a 360 gradi della situazione dell’Unione europea e del difficile momento contingente.

Una Ue che comunque, a sentire Draghi, non è a rischio recessione, anche se “dall’inizio dell’anno i rischi di deterioramento dell’economia che temevamo si sono in parte materializzati” e “la situazione è gradualmente peggiorata”.

In virtù di questo dato di fatto, nell’ambito della zona euro “qualsiasi movimento verso un’unione finanziaria, di bilancio e politica è a mio parere inevitabile – ha detto il numero uno della Banca centrale europea - e condurrà alla creazione di nuove entità sovranazionali”.

Per quanto riguarda la moneta unica, inoltre, per Draghi l’euro ”è irreversibile” e non c’è un rischio di “esplosione” dell’unione monetaria.

François Hollande un presidente da sogno, infranto...

François HollandeA molti sarà capitato di imbattersi su Facebook e su molti blog, in immagini e articoli che illustrano un elenco di straordinarie riforme attribuite al neopresidente francese Hollande: una vera e propria lista di ottimi interventi in favore dei cittadini, della serie: "Ha abolito il 100% delle auto blu e le ha messe all'asta - Ha assunto 59.870 laureati disoccupati (...)" Ebbene, si tratta (purtroppo per i francesi) di una BUFALA! Ecco come stanno le cose...
Staff nocensura.com

Le mitiche riforme di Hollande hanno fatto il giro della Rete, ma sono durate appena 24 ore. Però un "Presidente da sogno" esiste davvero...

Avevo letto anch'io il mirabolante elenco delle riforme di Hollande, quello che si è poi rivelato una bufala originata da Repubblica. Lo avevo visto sul blog di Modigliani, quindi tendevo a fidarmi: ma non volendo prendere in giro i lettori, contavo di farne un post che linkava tutte le fonti originali per ogni singola riforma riportata.

Mi sono risparmiata la fatica: pare non sia vero nulla o quasi. Non avrei trovato fonti, avrei perso ore dietro un sogno. Perché quelle riforme sembrano davvero appena uscite da un libro dei sogni:

Pagine