Archive - Mag 8, 2012

Da non credere: pure certi fazzoletti di carta sono tossici

Fazzoletti Tempo Complete CareNe sentivamo proprio il bisogno di un altro prodotto tanto pubblicizzato quanto potenzialmente pericoloso!

Come riporta il sito dell'associazione altroconsumo, i nuovi fazzoletti Tempo Complete Care si presentano come ideali per il raffreddore.

Profumati con alcune gocce di naturale olio di eucalipto promettono di lenire gli arrossamenti al naso e favorire la respirazione.

Oltre all’eucalipto (di cui però parleremo fra poco) ci sono anche altri ingredienti chimici e tossici (??!!).

Sono due sostanze chimiche considerate emollienti (di cui una è un derivato petrolifero: petrolatum mineral oil) e quattro sostanze chimiche profumanti che possono provocare allergie (hexyl cinnamal, limonene, hydroxyisohexyl 3-cyclohexene carboxaldehyd, buthylphenyl methylpropional).

E la cosa simpatica è che sulla sulla confezione troviamo l’avvertenza “evitare il contatto con gli occhi”.

Cosa certo molto facile dato che il naso e gli occhi distano almeno 25 centimetri e che poi i fazzoletti non si usano di solito anche per le lacrime. Se non fosse tragico stare ridendo a crepapelle.

In Italia attività di geoingegneria occulta

GeoingegneriaPanorama desolante quello che si presenta ai nostri occhi, allorquando si volge uno sguardo al cielo e lo sconforto viene ancor più accentuato nell'osservare le mappe satellitari.

Quella di oggi, su Sat24, mostra una situazione standardizzata, con fronti imbriferi sulla Spagna e Gran Bretagna pesantemente aggrediti da nubi chimiche igroscopiche aerodisperse.

Il risultato è che in quei territori devono praticamente trovarsi al buio. Sul nostro paese, come sulla Francia, vige un campo instabile di alta pressione che, tra il giorno 8 ed il giorno 9 maggio 2012 dovrebbe cedere il passo ad un campo depressionario con origine ad Ovest. Già oggi il Colonnello Guido Guidi ha avvisato che "Un fronte imbrifero giungerà a rovinare le giornate soleggiate di questi giorni".

Rovinare? Con la siccità che strangola mezza Europa? È chiaro che i militari, così come i loro paggi (vedi i meteorologi di meteoweb.eu, tanto per proporre un esempio), mirino a criminalizzare le perturbazioni. Essi cianciano di giornate soleggiate, che sono, invece, il risultato di criminali manipolazioni cliamtiche, laddove la dispersione (anche notturna) di nanoparticolato metallico e polimeri in primis, perfeziona il loro obiettivo di ottenere un medium atmosferico elettroconduttivo e con livelli percentuali di umidità relativa bassi.