Archive - Ott 31, 2012

La censura mediatica è un'arma molto efficace

CensuraSi dice che il silenzio è d’oro. Lo è indubbiamente, ma non solo nel senso del proverbio. È prezioso soprattutto come strumento di manipolazione dell’opinione pubblica: se sui giornali, nei Tg e nei talk show non si parla di un atto di guerra, esso non esiste nella mente di chi è stato convinto che esista solo ciò di cui parlano i media.

Ad esempio, quanti sanno che una settimana fa è stata bombardata la capitale del Sudan Khartum? L’attacco è stato effettuato da cacciabombardieri, che hanno colpito di notte una fabbrica di munizioni. Quella che, secondo Tel Aviv, rifornirebbe i palestinesi di Gaza.

Solo Israele possiede nella regione aerei capaci di colpire a 1900 km di distanza, di sfuggire ai radar e provocare il blackout delle telecomunicazioni, capaci di lanciare missili e bombe a guida di precisione da decine di km dall’obiettivo. Foto satellitari mostrano, in un raggio di 700 metri dall’epicentro, sei enormi crateri aperti da potentissime testate esplosive, che hanno provocato morti e feriti. Il governo israeliano mantiene il silenzio ufficiale, limitandosi a ribadire che il Sudan è «un pericoloso stato terrorista, sostenuto dall’Iran». Parlano invece gli analisti di strategia, che danno per scontata la matrice dell’attacco, sottolineando che potrebbe essere una prova di quello agli impianti nucleari iraniani. La richiesta sudanese che l’Onu condanni l’attacco israeliano e la dichiarazione del Parlamento arabo, che accusa Israele di violazione della sovranità sudanese e del diritto internazionale, sono state ignorate dai grandi media. Il bombardamento israeliano di Khartum è così sparito sotto la cappa del silenzio mediatico.

In Messico un'astronave entra in un vulcano

AstronaveVIDEO DI UN’ASTRONAVE DI FORMA CILINDRICA, 1 CHILOMETRO DI LUNGHEZZA E 200 METRI DI DIAMETRO, CHE ENTRA NEL VULCANO POPOCATEPETL, IN MESSICO, IL 26 OTTOBRE 2012.

Il filmato ha sconcertato i giornalisti della tv nazionale messicana.

Dagli esseri di luce in missione sul pianeta Terra.

LE NOSTRE ASTRONAVI, OLTRE ALLE CAPACITÀ MULTIDIMENSIONALI CHE POSSIEDONO, SONO IN GRADO DI COORDINARE LE FORZE DELLA NATURA E INDIRIZZARLE VERSO ESPRESSIONI PROGRAMMATE DAL SOLE ADONAY PER PURIFICARE IL PIANETA, UOMO COMPRESO.

NEI PRECEDENTI COMUNICATI VI ABBIAMO GIÀ SPIEGATO AMPIAMENTE, TRAMITE LO STESSO MEZZO, LE CARATTERISTICHE E LE FUNZIONI DI CIÒ CHE VOI CHIAMATE ERRONEAMENTE UFO O DISCHI VOLANTI (PER NOI TRACCIATORI MAGNETICI).