Archive - 2012

Dicembre 31st

Scoperto nuovo sistema per depurare l'aria

Aria pulitaSfrutta una strategia prevista già in natura

Un nuovo metodo di depurazione dell'aria che potrebbe aiutare le industrie in Europa a non chiudere per via della violazione del limite consentito dall'Unione europea per le emissioni inquinanti industriali.

Il sistema è stato inventato dal chimico Matthew Johnson dell'Università di Copenhagen, in Danimarca, ed è stato presentato alla conferenza “First international education forum on environment and energy science” organizzata alle Hawaii a dicembre.

Il risultato del progetto?

La realizzazione di un dispositivo di depurazione dell'aria per impianti industriali rivoluzionario.

Il metodo sfrutta una strategia prevista già in natura per rimuovere l'inquinamento atmosferico: il meccanismo di auto-pulizia dell'atmosfera che, innescato dalla luce del sole, conduce i gas inquinanti nel cielo, iniziando a formare particelle attraverso l'impatto con composti naturali come l'azoto; particelle che successivamente vengono lavate via dalla pioggia che pulisce l'atmosfera una volta che colpisce il suolo.

Rinvenuti in Messico teschi alieni

Teschi ritrovati in MessicoUn gruppo di archeologi ha scoperto crani umani che sono stati deformati in forme strane, simili a quelle di alieni, durante uno scavo in un cimitero risalente a mille anni in fa, che si trova in Messico

Un gruppo di archeologi ha scoperto crani umani che sono stati deformati in forme strane, simili a quelle di alieni. Lo scavo è avvenuto in un cimitero risalente a mille anni fa che si trova in Messico.

La pratica di deformare i crani dei bambini fu comune in America Centrale, ma ora, secondo gli scienziati, questi nuovi risultati suggeriscono che la tradizione si era diffusa più a nord di quanto si pensasse.

Il cimitero è stato scoperto dagli abitanti del piccolo villaggio messicano di Onavas nel 1999 quando stavano costruendo un canale d’irrigazione. Si tratta del primo cimitero preispanico trovato nello stato settentrionale messicano di Sonora.

Il sito, denominato El Cementerio, conteneva i resti di 25 sepolture umane. Tredici di queste avevano crani deformati, con la parte posteriore estesa e appuntita, e cinque avevano i denti mutilati.

La mutilazione dentale avveniva per rimodellare la forma dei denti mentre la deformazione cranica di origine posizionale è definita come una condizione di anomalia della crescita del cranio di un bambino, applicando la forza in maniera artificiale, ad esempio, utilizzando panni che comprimevano pezzi di legno contro il cranio.

Dicembre 30th

Il cervello viene danneggiato anche da moderate quantità di alcol

AlcoliciUna modesta assunzione di alcol che qualcuno ritiene sia benefica per il cuore, in realtà a diverse dosi è dannosa per il cervello in quanto riduce la produzione di neuroni e intacca la plasticità strutturale cerebrale

Secondo alcuni, bere moderate quantità di bevande alcoliche può essere benefico per la salute cardiovascolare. Ma, posto che questo sia vero, secondo un nuovo studio della Rutgers University, sarebbe invece dannoso per il cervello adulto poiché ne verrebbe intaccata la plasticità strutturale.

I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Neuroscience, e suggeriscono che il cervello può essere danneggiato nella produzione di cellule, che verrebbe ridotta del 40%, in particolare se si è dediti a bere poco durante la settimana e bere di più nei fine settimana.

Ad averlo scoperto sono stati Tracey J. Shors, professoressa di neuroscienze comportamentali e sistemi presso la Rutgers University e la dottoressa Megan Anderson, le quali hanno collaborato con Miriam Nokia della University of Jyvaskyla in Finlandia.

«Anche bere con moderazione può trasformarsi in binge drinking [bere compulsivo] senza che la persona se ne accorga – ha commentato Anderson nella nota Rutgers – A breve termine potrebbero esserci danni motori o funzionali impercettibili, ma a lungo termine questo tipo di comportamento potrebbe avere effetti molto negativi su apprendimento e memoria».

Pagine